L’imprenditore campano Alfredo Romeo è stato arrestato dai carabinieri e dalla Gdf in relazione ad un episodio di corruzione nell’ambito dell’inchiesta Consip.

Nei confronti di Romeo il gip del tribunale di Roma ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Il provvedimento è stato eseguito dal comando carabinieri tutela ambiente, dai militari dell’Arma di Napoli e dai finanzieri del Nucleo di polizia tributaria di Napoli.

Nell’inchiesta sugli appalti Consip, la centrale acquisti della Pubblica amministrazione, sono coinvolti anche Luca Lotti, sottosegretario alla presidenza del Consiglio durante il governo Renzi e attuale ministro dello Sport, e il padre dell’ex premier, Tiziano Renzi.

Il primo è indagato per rivelazione di segreto di ufficio e favoreggiamento, il secondo per traffico di influenze illecite.

Fonte: qui

loading...