Abbiamo già parlato in un recente articolo di cosa si cela dietro il testo del Referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre senza andare nello specifico sul punto che riguarda la “revisione del titolo V della parte II della costituzione.

La campagna elettorale per il SI si incentra soprattutto sul superamento del bicameralismo perfetto, dimezzamento dei Senatori e taglio dei costi della politica (punti che sono stati sbugiardati in questo articolo). Sono questi i cavalli di battaglia portati avanti dagli esponenti del governo in tv  e dai vari comitati al sostegno del SI per convincere gli elettori ad un voto favorevole. Ma come mai tralasciano il punto che riguarda la revisione del titolo V della parte II della costituzione?

Infatti, all’interno del testo della riforma c’è un articolo che spesso si tende a tenere nascosto, ad ignorare, a far finta che non esista: è il numero 117 che ridefinisce il ruolo delle Regioni tanto a livello interno, quanto sul piano comunitario e internazionale.

Ciò che c’è scritto potrebbe significare la definitiva perdita della nostra sovranità nazionale. Ecco riportato di seguito il testo dell’ articolo che al comma 1 recita:

<<la potestà legislativa è esercitata dallo Stato e dalle Regioni nel rispetto della Costituzione, nonché dei vincoli derivanti dall’Unione Europea e dagli obblighi internazionali>>

Ecco di seguito descritta la variazione che subirà l’articolo 117 se dovesse passare il SI al referendum
art 117

In questo modo l’ Unione Europea entrerà direttamente dentro la nostra Costituzione, dettando altri vincoli ed ordini che l’ Italia dovrà eseguire.

Questo punto è stato messo in evidenza proprio ieri da Matteo Salvini nel confronto con la Boschi alla trasmissione “Otto e mezzo” su La7″, queste le sue parole:

“Per la prima volta arriva in Costituzione l’ Unione Europea, questa entità sovrannaturale a cui tutti noi, piccoli e grandi, dobbiamo ubbidire senza che gli italiani possano mai esprimersi tramite referendum.>>

Poi continua:

<<Gli italiani vanno resi protagonisti, se arriva una scelta sbagliata da Bruxelles io voglio poter votare come fanno tutti i cittadini del mondo>>

loading...