“L’informazione italiana è una vergogna nel mondo”. A scriverlo è Daniele D., attivista M5s di Lecco, che pubblica un post sul blog di Beppe Grillo. L’ennesimo attacco M5s ai media italiani prende spunto da una gita a Washington. Dopo aver visto la Casa Bianca e visitato il Lincoln Memorial il grillino è stato folgorato al settimo piano del Newseum, un museo interattivo dedicato all’informazione e al giornalismo.

“Girando tra le sale arrivo a quella dedicata alla libertà di stampa – scrive Daniele D. sul blog di Grillo – Un plastico enorme esposto in uno dei principali musei del mondo mi sbatte in faccia la verità: l’informazione in Italia non è libera. Siamo un’anomalia, gialli di vergogna“.

loading...

A corredo il grillino si premura di postare anche la cartina geografica del museo, cui fa riferimento, sulla quale risultano colorati di giallo i paesi in cui la libertà di stampa non sarebbe garantita:

“Tutti lo sappiamo, anch’io lo sapevo, ma vederlo così, in un museo ovattato, curato, in cui il mio Paese è brutalmente spogliato per rendere evidenti le sue sozzure, con persone per bene che osservano lo stesso plastico e scuotono la testa pensando ‘poracci’ mi ha fatto venire un brivido di vergogna. Bisogna reagire, la situazione – assicura – è molto peggiore di quella che percepiamo stando a casa”.

Fonte: Blitz Quotidiano

loading...