Brusca frenata con schianto – viste le percentuali di caduta – nel 2016 per i contratti a tempo indeterminato. Il saldo tra assunzioni a tempo indeterminato, trasformazioni e cessazioni si è attestato a quota 82.917 in calo del 91,1% rispetto al 2015 quando il saldo era stato positivo e pari a 934.092. E’ quanto emerge dai dati dell’Inps. Calano, nel 2016, anche i nuovi rapporti di lavoro nel settore privato, in particolare quelli a tempo indeterminato. Complessivamente le assunzioni, sempre riferite ai soli datori di lavoro privati, nel periodo gennaio-dicembre 2016 sono risultate 5.804.000, con una riduzione di 464.000 unità rispetto al corrispondente periodo del 2015 (-7,4%). Nel complesso delle assunzioni sono comprese anche le assunzioni stagionali (565.000). Il rallentamento delle assunzioni ha riguardato principalmente i contratti a tempo indeterminato: -763.000, pari a -37,6% rispetto al 2015.

loading...