”Si chiude una fase che si era aperta all’indomani della caduta del muro di Berlino. Il progetto dell’Occidente, fondato sui pilastri del libero scambio, della democrazia liberale, multiculturalismo, multilateralismo si è scontrato con la sfiducia della classe media che non crede più nel messaggio – apertura uguale progresso – percepito oggi come una favola trasformatasi in un incubo”. Per il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda intervistato da Repubblica ”bisogna reagire rafforzando le istituzioni, governando con più forza i cambiamenti, investendo massicciamente per ricostruire la fiducia nel futuro”. ”E’ molto difficile dire cosa accadrà nei rapporti internazionali economici e politici. L’epoca della globalizzazione è finita”.

loading...