Scatta lunedì l’operazione “rottamazione” di Equitalia. Nel senso che tra due giorni sarà possibile scaricare dal sito dell’ente di riscossione i moduli per “fare pace” con il Fisco alle nuove condizioni previste dalla legge finanziaria. Un’operazione che potrebbe valere 42 miliardi di euro.

Il modulo andrà poi presentato allo sportello o per via telematica entro il 23 gennaio 2017 e entro il 24 aprile sarà poi Equitalia a comunicare a ciascun contribuente interessato gli importi da pagare.

I risparmi possono essere ingenti: come riporta il quotidiano La Stampa, che cita il tributarista Gianluca Timpone, possono aggirarsi addirittura sul 50% per una cartella notificata otto anni fa. La rottamazione prevede che il pagamento possa avvenire al massimo attraverso quattro rate: le prime tre da saldare entro il dicembre 2017 e la quarta entro il 15 marzo 2018.

Se si salta il pagamento di una rata o se si ritarda il pagamento dell’ultima, scatta il salasso, con il rischio del pignoramento della casa, perchè si tornano a pagare tutto in una volta gli importi della nuova rottamazione e delle eventuali vecchie rate con tanto di sanzioni e interessi di mora. Un esborso al quale, con ogni probabilità, molti debitori non potrebbero far fronte.

Fonte: qui

loading...