Parte l’11 settembre, in tutti i Paesi dell’Unione europea una campagna straordinaria di controlli sul corretto utilizzo delle cinture di sicurezza.

L’obiettivo è quello di ridurre il numero delle vittime della strada e degli incidenti stradali. Durerà una settimana, fino al 17 settembre, ed è promossa da un network europeo di cooperazione tra polizie stradali.

In Italia la polizia stradale ha predisposto specifici controlli sull’intero territorio, in particolar modo sulle arterie autostradali e di grande comunicazione.

Per l’intera settimana, dunque, il corretto utilizzo da parte dei conducenti e dei passeggeri dei veicoli a motore, delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta, con particolare riguardo ai passeggini per bambini, sarà monitorato in tutti i Paesi europei.

loading...

L’operazione congiunta è stata denominata “Seatbelt” (che vuol dire proprio “cintura di sicurezza”).

Il network europeo delle polizie stradali che l’ha programmata, “Tispol”, è nato nel 1996: vi aderiscono tutti gli Stati membri dell’Ue, oltre a Svizzera e Norvegia, con la Serbia come osservatore.

L’Italia ha la presidenza dal mese di ottobre del 2016.

Fonte: qui

loading...