Il prezzo medio di una casa raggiungerà 1,2 milioni di sterline entro il 2045

La classe media morirà entro 30 anni a causa dell’aumento dei prezzi degli immobili, avverte David Boyle, un consulente del governo inglese e membro del think tank “New Economics Foundation” .
Parlando al Festival di Hay, Boyle ha avvertito che i giovani non possono più attendersi lo stesso livello di benessere dei genitori e che, proseguendo di questo passo, la Gran Bretagna rimarrà con una ‘minuscola élite e un enorme proletariato tentacolare che sarà costretto a vivere alla giornata”. 
L’economista ha predetto che il prezzo medio di una casa raggiungerà 1,2 milioni di sterline entro il 2045, ponendo così il possesso di un’abitazione oltre le possibilità della maggior parte delle persone, dal momento che i salari non riescono a tenere il passo degli enormi aumenti del mercato immobiliare.
Boyle stima, infatti, che le tradizionali classi medie avranno bisogno di tre o quattro lavori solo per essere in grado di pagare gli affitti alle stelle. Le persone non avranno più tempo da dedicare ad un interesse culturale e questo impoverirà la società, rendendola più intollerante.
Il consulente del governo ha accusato i banchieri di gonfiare artificialmente i prezzi del mercato immobiliare “che finiranno per distruggere, se non la nostra vita,  la vita dei nostri figli.” Ecco perché propone un mercato immobiliare “parallelo” dove il prezzo delle nuove case rimarrà bloccato per 100 anni. “Senza una soluzione così radicale, i mutui saranno ereditati e pagati solo dai nipoti del compratore originario”.
Boyle ha poi commentato il risultato ottenuto dall’ Ukip  in Gran Bretagna, motivandolo con una disaffezione dei ceti medi e aggiungendo che “questa enorme rivolta è quello che succede quando le classi medie sono private dei loro sogni. Il risultato è l’ascesa di movimenti politici piuttosto particolari e alcune volte molto pericolosi”
“Le classi medie devono svegliarsi, reagire alla disperazione e creare un movimento politico che le tuteli dal momento che, secondo Boyle, l’Ukip non lo farà..
Fonte: antidiplomatico.it
loading...