Legnata clamorosa sul governo Renzi da parte dell’Europa tanto amata dal Pd. “L’Italia deve adottare nuove misure di bilancio per il 2014″.Lo afferma senza mezze misure la Commissione europea nelle sue Raccomandazioni al nostro paese ”alla luce dell’emergere di uno scarto rispetto ai requisiti del patto di stabilita’ e crescita, in particolare alla regola della riduzione del debito, stando alle previsioni di primavera 2014 della Commissione”.

Bruxelles chiede inoltre per il prossimo anno di ”operare un sostanziale rafforzamento della strategia di bilancio al fine di garantire il rispetto del requisito di riduzione del debito, per poi assicurare un percorso sufficientemente adeguato di riduzione del debito pubblico”.

loading...

Oltre a cio’, all’Italia e’ richiesto di ”portare a compimento l’ambizioso piano di privatizzazioni; attuare un aggiustamento di bilancio favorevole alla crescita basato sui significativi risparmi annunciati che provengono da un miglioramento duraturo dell’efficienza e della qualita’ della spesa pubblica a tutti i livelli di governo, preservando la spesa atta a promuovere la crescita, ossia la spesa in ricerca e sviluppo, innovazione, istruzione e progetti di infrastrutture essenziali”.

Infine, la Commissione europea chiede al nostro paese di ”garantire l’indipendenza e la piena operabilita’ dell’Ufficio parlamentare di bilancio il prima possibile ed entro settembre 2014, in tempo per la valutazione del documento programmatico di bilancio 2015”

Detto in poche parole, il governo Renzi è stato sbugiardato: conti falsi e obbligo immediato di una manovra finanziaria colossale. La Commissione europea ha messo il signor Renzi con le spalle al muro.

max parisi – www.ilnord.it

loading...