Negli ultimi 8 anni, dal 2007 al 2015, la spesa degli italiani per l’acquisto di alimenti è diminuita del 12,2%, quella per la carne è scesa del 16,1%

“Se negli ultimi 8 anni, dal 2007 al 2015, la spesa alimentare è diminuita del 12,2%, quella per la carne è scesa del 16,1%” un trend al ribasso che prosegue anche nel 2016 con “16,6 milioni di italiani che ne hanno ridotto il consumo”. Sono alcuni dei principali dati emersi da un’indagine del Censis “Gli italiani a tavola: cosa sta cambiando. Il valore sociale dell’alimento carne e le nuove disuguaglianze” presentata mercoledì 26 ottobre a Roma presso il Senato.

Inoltre sui consumi di carne l’indagine rileva che tra il 2007 e il 2015 in Europa solo i greci (-24%) hanno tagliato di più degli italiani (-23%) il consumo pro-capite annuo di carne bovina. Una riduzione che ci spinge al terz’ultimo posto in Europa per consumo “apparente” (al lordo delle parti scartate) delle diverse tipologie di carne (pollo, suino, bovino, ovino) con 79 kg pro-capite annui, distanti da danesi (109,8 kg), portoghesi (101 kg), spagnoli (99,5 kg), francesi (85,8 kg) e tedeschi (86 kg).

loading...