Come certamente saprete, oggi è un giorno molto importante per il nostro paese. È infatti l’80esimo anniversario della nascita dell’uomo che più di tutti negli ultimi 20 anni ha influenzato la nostra cultura, la nostra politica, il nostro calcio e l’immaginario di un’intera generazione. È il compleanno di Silvio Berlusconi.

Tutta Italia sembra essersi fermata. Su Twitter #Silvio80 domina incontrastato i trending topic dalla mezzanotte, mentre stamattina su tutti i principali quotidiani sono comparse diverse lettere aperte—come quella di Scalfari suRepubblica o quella del figlio Piersilvio sulla Gazzetta—piene di aneddoti su Berlusconi. Dai toni commossi e nostalgici che stanno dominando il dibattito in queste ore, si direbbe che si stia festeggiando la ricorrenza di un padre della patria e non dell’uomo che per anni è stato considerato da mezza Italia il responsabile di tutti i mali del mondo.

La cosa più incredibile della figura di Berlusconi, a mio avviso, è proprio la sua caduta. Per tutta la mia adolescenza mi sono sempre immaginato—e credo di non essere stato l’unico—che quell’oscuro periodo storico italiano noto ai posteri come “berlusconismo” sarebbe finito col botto, con una condanna a svariati anni di carcere per Berlusconi e finalmente la restaurazione della democrazia in Italia. E invece la sua parabola discendente ha portato quello che per anni è stato apostrofato come “dittatore” a diventare una specie di simpatico nonnino—creando articoli paradossali come questo. Com’è potuto succedere?

Ora che a quanto pare Sorrentino farà un film su di lui, si può dichiarare ufficialmente in atto la rivalutazione di Berlusconi e del berlusconismo. Per questo ho deciso di fare una lista di tutto il male—vero o presunto—fatto da Berlusconi nei suoi due decenni di carriera politica, così non ci facciamo prendere la mano con le celebrazioni.

1. LE LEGGI AD PERSONAM

Sono state per anni il cavallo di battaglia della sinistra antiberlusconiana, una costante della sua carriera politica. Se ne contano una trentina dal 1994 al 2011: la più famosa è probabilmente la depenalizzazione del falso in bilancio approvata nel 2001, proprio mentre Berlusconi aveva cinque processi in corso per falso in bilancio.

2. AVER PROVOCATO LA NASCITA DEL POPOLO VIOLA

Con i suoi “No Mafia Day” e “No Berlusconi Day,” i suoi sit-in in difesa della costituzione, la sua “Rete Viola” e i suoi blog su WordPress, il Popolo Viola è stato praticamente la prova generale del Movimento 5 Stelle. Grazie mille, Silvio.

3. LA “TV SPAZZATURA” ACCUSATA DI AVER FATTO IL LAVAGGIO DEL CERVELLO A DUE GENERAZIONI DI ITALIANI

4. QUELLA VOLTA CHE DISSE AI TERREMOTATI DELL’AQUILA DI “PRENDERLA COME UNA VACANZA”

Era il 2009 e lo scenario della città dell’Aquila distrutta si trasformò per Berlusconi nel set perfetto per una propaganda sfrenata, con l’allora capo della protezione civile Guido Bertolaso presentato come un supereroe aggiustatutto. Avrebbero pensato loro a ogni cosa, i terremotati potevano prenderla come una vacanza. Una lunghissima vacanza forzata in graziosi container.

5. LA FRASE SUI “RISTORANTI SEMPRE PIENI” DETTA NEL BEL MEZZO DELLA PEGGIORE CRISI ECONOMICA DELLA STORIA

Un accuratissimo metodo scientifico per valutare l’entità di una crisi. Sappiamo tutti come è andata a finire: Monti, disoccupazione, ciao pensioni, stagnazione, e ancora ci siamo dentro.

6. AVER VENDUTO KAKÀ

7. L’EUROCONVERTITORE

Questo.

8. LE MAGLIETTE DELL’ITALIA CON SCRITTO BUNGA-BUNGA CHE HO VISTO LA PRIMA VOLTA CHE SONO ANDATO AD AMSTERDAM

Soprattutto dopo che alcune persone del mio gruppo ci hanno ronzato intorno per dieci minuti, prima indicandole da lontano e poi fotografandocisi insieme. Una persona ne ha addirittura comprata una.

9. AVER PORTATO IN POLITICA NICOLE MINETTI

E, tra le altre cose, aver dato fama alla professione di “igienista dentale”.

10. LA BARZELLETTA SU ROSY BINDI CON BESTEMMIA FINALE

11. IN GENERALE LE BARZELLETTE DI E SU BERLUSCONI, PIÙ TRISTI DI QUELLE SUI CARABINIERI

12. STRISCIA LA NOTIZIA

Fosse anche solo per questo servizio.

13. AVER COMPRATO MONTOLIVO

Quest’estate sono andato in Tanzania e persino lì si lamentavano di quanto sia scarso, giuro.

14. AVERCI SPINTO A METTERE I BANNER “BERLUSCONI NON È IL MIO PRESIDENTE” SUI BLOG NEL 2007

Lo avevo messo anche sul mio, lo confesso.

15. AVER DATO RILEVANZA POLITICA A DUE SOGGETTI COME SCILIPOTI E RAZZI

14 dicembre 2010: il governo Berlusconi rischia di cadere a seguito di una mozione di sfiducia, ma si salva per tre voti—due dei quali sono quelli di Scilipoti e Razzi, deputati dell’Italia dei Valori che passano al Gruppo Misto in “un gesto di responsabilità.” In realtà,come spiegato dallo stesso Razzi, la vera motivazione era un’altra: se fosse caduto il governo avrebbero perso il vitalizio.

16. AVER FATTO MINISTRO CALDEROLI

Quello della maglietta anti-Islam, del “maiale day” contro le moschee, della castrazione chimica per gli stupratori, delle tigri e dei lupi domestici in giardino… e così via.

17. LE POESIE DI BONDI

Vita assaporata / Vita preceduta / Vita inseguita / Vita amata. / Vita vitale / Vita ritrovata / Vita splendente / Vita disvelata / Vita nova. (A Silvio)

18. L’EDITTO BULGARO

Il 18 aprile 2002 Enzo Biagi, Michele Santoro e Daniele Luttazzi vennero cacciati dalla Rai su esplicita richiesta di Berlusconi, che in una conferenza stampa li accusò di fare “un uso criminoso della televisione pubblica.”

19. IL CONFLITTO D’INTERESSI

Da quanto tempo non ne sentivate parlare?

20. AVER PREPARATO IL CAMPO AL MOVIMENTO 5 STELLE

La carriera politica di Berlusconi ha finito per polarizzare il dibattito in pro e contro la sua figura. Quando poi è crollato si è creato un vuoto, e sappiamo tutti chi è arrivato a riempirlo.

21. AVER CONVINTO BEN 314 PARLAMENTARI ITALIANI CHE RUBY ERA EFFETTIVAMENTE LA NIPOTE DI HOSNI MUBARAK

22. LE POLEMICHE CONTRO LA MAGISTRATURA

Un’altra costante del berlusconismo: la guerra contro le “toghe rosse”, ossia qualunque magistrato si azzardasse a fargli notare che la legge valeva anche per lui.

23. AVER PREPARATO IL CAMPO AL RENZISMO

Vedi sopra, punto 20.

24. MARIANO APICELLA

Anche se non ho mai sentito una sua canzone, e per cercare questo video ho tolto l’audio.

25. AVER MONOPOLIZZATO PER 20 ANNI L’INFORMAZIONE ITALIANA

Vi ricordate tutte quelle notizie sull’Italia che si piazzava male nelle classifiche della libertà di stampa? Ecco.

26. DI CONSEGUENZA, AVER FATTO NASCERE LA “CONTROINFORMAZIONE” SFOCIATA POI IN PERICOLOSI COMPLOTTISMI

Molti siti di controinformazione del decennio passato (come quello di cui abbiamo parlato per il caso Eleonora Bottaro, la 18enne malata di leucemia morta dopo aver rifiutato la chemioterapia per curarsi con il metodo Hamer) sono effettivamente nati per reazione alla “censura” del “regime” berlusconiano.

27. LA SATIRA ANTIBERLUSCONIANA

Grazie, grazie, grazie! Si sentiva proprio il bisogno delle vignette di Ellekappa, Altan e Vauro e di meme tipo questo.

28. LA LEGGE FINI-GIOVANARDI

Secondo cui la marijuana e l’eroina sono, tipo, la stessa identica cosa.

29. LA CESSIONE DI SHEVCHENKO

30. AVER TRASFORMATO MARCO TRAVAGLIO IN UNA SPECIE DI SUPEREROE PALADINO DELLA GIUSTIZIA. MARCO TRAVAGLIO.

Marco Travaglio. Marco Travaglio. Se sei stato antiberlusconiano c’è stato sicuramente un periodo in cui Marco Travaglio è stato il tuo idolo, una figura a metà tra Batman e Tiberio Gracco.

31. E GIÀ CHE CI SIAMO: AVER FATTO APRIRE IL FATTO QUOTIDIANO

32. AVER ORIGINATO I PARAGONI CON DONALD TRUMP

Ne abbiamo già parlato. Sembra che gli italiani non aspettino altro che vedere Donald Trump nello studio ovale così da sentirsi meno scemi per aver eletto Berlusconi tutte quelle volte.

33. AVER SDOGANATO PUTIN

È anche colpa sua se le bufale su Putin ormai sono completamente fuori controllo.

34. NON SOLO: FORSE NON VI RICORDATE DI QUELLA VOLTA CHE BERLUSCONI HA BEVUTO UNO SHERRY DEL 1775 CON PUTIN E SI È FATTO BANDIRE DALL’UCRAINA

35. AVERCI FATTO VOTARE GENTE COME VELTRONI O BERSANI PUR DI LEVARCELO DI TORNO, SENZA MAI RIUSCIRCI

loading...

36. AVERCI FATTO ISCRIVERE A GRUPPI/METTERE LIKE A PAGINE FACEBOOK CON NOMI TIPO “I’M ITALIAN AND PRIME MINISTER SILVIO BERLUSCONI IS NOT SPEAKING IN MY NAME

silv

37. AVER RESO “ARCORE” SINONIMO DI “SODOMA”

E infatti adesso possono uscire articoli come questo.

twett

38. AVER CONTRIBUITO ALLA DIFFUSIONE DELLE CRAVATTE DI MARINELLA

Con effetti deleteri, specialmente su mio papà.

39. AVER SDOGANATO IL TRAPIANTO DI CAPELLI

40. AVER SDOGANATO LA BANDANA

“Qualsiasi cosa succeda, non lasciare che mi facciano delle foto vicino a Silvio con la bandana, se no la stampa ci uccide.” —Tony Blair alla moglie, 2004.

41. E IL TUTTO MENTRE ERA COSÌ FUORI DAL MONDO CHE PAGAVA I FAGIOLINI80 EURO AL CHILO

42. AVER DIFFUSO L’IDEA CHE QUALUNQUE IMPRENDITORE DI SUCCESSO POSSA FARE IL POLITICO

Con risultati tremendi, tipo Alfio Marchini che prende il 10 percento alle comunali di Roma.

43. LA BOSSI-FINI

Una legge sull’immigrazione varata nel 2002 e a dir poco terribile, che aveva generato“preoccupazione” in Amnesty International.

44. “UNA STORIA ITALIANA,” LA BIOGRAFIA DI BERLUSCONI IN 125 PAGINE A COLORI SU CARTA PATINATA, SPEDITA PER POSTA A TUTTI GLI ITALIANI

45. AVER UCCISO OGNI FORMA DI VITA NEL CENTRODESTRA

Che non è per forza una cosa negativa, ma lo diventa nel momento in cui il leader più carismatico della destra italiana è Matteo Salvini.

46. ESSERSI FATTO DERIDERE PERSINO DA GEORGE BUSH

Come dimostra il video qui sotto.

47. AVER DATO UN RUOLO CENTRALE ALLE INTERCETTAZIONI NEL DIBATTITO POLITICO ITALIANO

Cosa che si ricollega ai punti 30 e 31.

48. IL VULCANO FINTO COSTRUITO NEL GIARDINO DI VILLA CERTOSA CHE LA SERA DI FERRAGOSTO 2006, DURANTE UNA FESTA CON CONCERTO PRIVATO DI GIGI D’ALESSIO, CAUSA L’INTERVENTO DEI VIGILI DEL FUOCO CHIAMATI DAI VICINI SPAVENTATI

Riuscite a immaginare una cosa più berlusconiana di questa scena? No, perché non c’è.

49. LA RIFORMA MORATTI, LA RIFORMA GELMINI

E le successive occupazioni e manifestazioni studentesche di protesta a cui ho partecipato anche io, il cui unico risultato concreto è stato il nulla cosmico.

50. LA FRASE “IN TUTTI NOI C’È UNA PARTE GAY. LA MIA È LESBICA”

51. LA FRASE “MUSSOLINI NON HA MAI AMMAZZATO NESSUNO, MANDAVA LA GENTE IN VACANZA AL CONFINO”

52. LA FRASE “OBAMA MI PIACE PERCHÉ È GIOVANE, È BELLO ED È ANCHE ABBRONZATO”

53. QUELLA VOLTA CHE SI È PARAGONATO A BATMAN

54. QUELLA VOLTA CHE HA DETTO DI AVER GIOCATO NEL MILAN

55. AVER PORTATO A UN LIVELLO DI PERFEZIONE MAI VISTO L’ARTE DI FARE PROMESSE IRREALIZZABILI IN CAMPAGNA ELETTORALE

Come quando, all’ultimo secondo di un dibattito televisivo, disse: “E poi aboliremo l’ICI.”

56. IL LIVELLO DI SCHIFO RAGGIUNTO DA IL GIORNALE SOTTO LA SUA PROPRIETÀ

L’ha preso che era di Montanelli, lo lascia che pubblica deliranti reportage sui centri sociali e che regala in allegato il suo album fotografico.

57. AVER FATTO SEMBRARE FINI UNA PERSONA PERBENE, MODERATA E DI SANI PRINCIPI

Un po’ come le ragazze che sembrano più carine quando girano con amiche brutte, lui girava in coalizione con Bossi e Berlusconi.

58. AVER CREATO EMILIO FEDE

E avergli fatto dirigere diversi telegiornali nazionali per 31 anni, che è anche più grave.

59. AVER RESO VESPA UNO DEI GIORNALISTI PIÙ IMPORTANTI D’ITALIA E UN AUTORE DI BESTSELLER

Quando avrebbe dovuto essere famoso unicamente come presunto figlio segreto di Mussolini.

60. AVER DIFFUSO IN TUTTI GLI STRATI SOCIALI LA SUA OSSESSIONE PER I COMUNISTI

61. AVER ISPIRATO “L’ESERCITO DI SILVIO”

62. AVER FATTO PERDERE ALL’ITALIA LA SUA GIÀ SCARSA CREDIBILITA INTERNAZIONALE

Perché è stato lui, ammettiamolo, con le sue gaffe e le sue battutine, lui che dava del kapò nazista a Schultz al Parlamento Europeo e faceva le corna durante le foto di gruppo ai vertici UE.

63. LA MUSICA BERLUSCONIANA

Sia quella di partito, come Meno male che Silvio c’è, sia quella contro, come tutta la discografia di gruppi come i Modena City Ramblers del cui successo Berlusconi è l’unico colpevole.

64. AVER CREATO LA SANTANCHÈ

65. LA FIGURA DI MERDA CHE HA FATTO CON LA REGINA ELISABETTA CHE L’HA RIPRESO PERCHÉ FACEVA CASINO AL G20

66. AVER FATTO SÌ CHE AD ANNI DI DISTANZA ALL’ESTERO CI DICANO ANCORA “AHAHAH ITALY BERLUSCONI”

E questa cosa non finirà mai, non importa quanto tempo può passare, è una cosa che ci porteremo dietro finché ogni memoria di Berlusconi sarà scomparsa da questo pianeta.

67. AVER RESO ACCETTABILI GOVERNI FORMATI CON L’AIUTO DI PARTITI POST-FASCISTI, PROTO-FASCISTI O PROPRIO FASCISTI

68. AVER CONTAMINATO ANCHE LA LINGUA ITALIANA CON LE SUE FRASETTE DEL CAZZO

Da “mi consenta” a “cribbio” a “legge bavaglio” a “legittimo impedimento”: c’è tutta una serie di termini di cui ignoravamo il significato prima di Berlusconi.

69. LE SUE STRATEGIE PATETICHE PER CERCARE DI RITORNARE IN AUGE, TIPO QUANDO È DIVENTATO VEGETARIANO

70. IL CANE DUDÙ

71. IL SUO SESSISMO ONNIPRESENTE, ANCHE IN PUNTO DI MORTE, ANCHE QUANDO SI È RISVEGLIATO ALL’OSPEDALE DOPO UN’OPERAZIONE A CUORE APERTO E LA PRIMA COSA CHE HA FATTO È STATA PROVARCI CON L’INFERMIERA

72. STUDIO APERTO

73. LE 10 DOMANDE DI REPUBBLICA CHE ATTENDONO ANCORA UNA RISPOSTA

All’epoca sembrava una cosa grossa, adesso non mi ricordo quasi più nemmeno di cosa si stava parlando.

74. AVER FATTO ENTRARE IN POLITICA IVA ZANICCHI

E non è stata nemmeno la persona peggiore che ha portato in Parlamento, tutto sommato.

75. AVER VENDUTO THIAGO SILVA

76. LA MADDALENA

Dovevano farci il G8 per rilanciare in chiave turistica l’economia della zona, ci hanno fatto solo una serie di ecomostri mai finiti costati 327 milioni di euro perché nel frattempo c’è stato il terremoto in Abruzzo e Berlusconi ha deciso di spostare il vertice a L’Aquila.

77. L’AVER SPINTO A TUTTA FORZA LA COMPRAVENDITA DI PARLAMENTARI E SENATORI

78. LA “STRATEGIA AC MILAN

Termine che in Svizzera è entrato nei libri di testo di diritto per descrivere una precisa strategia processuale, inventata e utilizzata indovinate un po’ da chi.

79. AVERCI FATTO PARLARE SOLO DI LUI PER 20 ANNI

80. AVER CREATO, IN QUESTO MODO, LA NOSTALGIA PER BERLUSCONI E TUTTI GLI ARTICOLI, LE INTERVISTE E LE LETTERE APERTE COMMOSSE CON CUI L’ITALIA STA FESTEGGIANDO GLI 80 ANNI DI BERLUSCONI

loading...