Si chiede aiuto allo stato? Esso risponde:”Non ci sono i soldi”.Ma l’Euro è stampato dal nulla e non può finire.E’ solo volontà politica di tenerci poveri.

Di Fabrizio Virga

Questi giorni ho pensato inevitabilmente alla strage dei due treni in Puglia, mentre esce fuori che a gestire quei treni era una compagnia privata (ma come? Il privato non è quello buono e lo Stato quello cattivo?) anche se non sono ben chiare ancora le precise dinamiche o meglio le motivazioni che hanno portato a questo scempio. Fatto sta che non è il primo e che non sarà l’ultimo e che, in modi diversi, moltissime morti causate dallo “Stato” negli ultimi anni sarebbero state evitabili.

Trascendiamo un secondo dalle cause del caso concreto e pensiamo a tutte le volte in cui la risposta che ci è stata data dagli espertoni di economia è stata “non ci sono i soldi”, pensate ad esempio al terremoto che ha distrutto l’Aquila e a quante vuote parole siano state dette, lasciando invece ben poco di concreto.
La scusante per non ricostruire immediatamente un paese distrutto è “non ci sono i soldi”. La scusante per non costruire tutti doppi binari e sistemi di sicurezza all’avanguardia è “non ci sono i soldi”. La scusante per chiudere gli ospedali pubblici nei piccoli centri è “non ci sono i soldi”. La scusa per farci passare alle pensioni integrative è “non ci sono i soldi”. Ok, direte, questo è un tema che è stato toccato già diverse volte, avete ragione, ragionissima, ma adesso voglio fare insieme con voi un ragionamento che per molti spero potrà essere illuminante.

Prendiamo il caso del terremoto e analizziamolo un attimo: bisognerà ricostruire case, negozi, strutture pubbliche, impianti energetici, e così via, il tutto con le migliori tecnologie antisismiche per evitare o limitare possibili futuri danni. Ok. Adesso chiediamoci: cosa serve per fare questo e cosa manca?
FORZA LAVORO: ce n’è in abbondanza, ci sono milioni di disoccupati pronti a lavorare, a rendere più sicuri i posti di lavoro e i luoghi pubblici, a fare manutenzione dove ce n’è bisogno, quindi penuria di lavoratori non c’è;
TECNOLOGIA: anche qui senza ombra di dubbio abbiamo raggiunto competenze enormi, non si hanno certamente problemi a implementare sistemi antisismici per i terremoti o sistemi di sicurezza d’avanguardia per i treni o qualsiasi altro mezzo;
MATERIALI: guardatevi attorno. Entrate dentro un centro commerciale o dentro a un qualsiasi negozio: NON c’è penuria di materie prime, anzi, c’è tutto in sovrabbondanza con enormi (e schifosi) sprechi sia per beni alimentari che per indumenti, hi-tech e via dicendo, oggetti che nessuno userà mai o cibo che andrà buttato;
SOLDI. Mancano i soldi ci dicono. Ma cosa sono questi soldi? E qui viene la parte cruciale. I soldi crescono? No. I soldi sono una risorsa non rinnovabile della natura? No. I soldi, in sé, non sono NULLA, non hanno valore.

Pensate alle zucchine: le zucchine vanno piantate, vanno fatte crescere. Se un’epidemia impedisce alle zucchine di crescere l’umanità non avrà più zucchine; se mangiamo tutte le zucchine del mondo le zucchine finiscono. L’acqua: se si prosciuga tutta l’acqua presente sulla Terra c’è poco da fare, niente acqua per nessuno, non si può creare l’acqua. O c’è o non c’è. Ma i SOLDI: i SOLDI NON POSSONO FINIRE. Dire “i soldi sono finiti” è la sciocchezza economica più colossale che esista. I soldi si CREANO pigiando un bottone di un computer alla Banca Centrale. I soldi NON POSSONO FINIRE per definizione, non sono un bene in sé, non vanno piantati, non vanno fatti crescere, i soldi SI CREANO. Uno Stato Sovrano li crea dal NULLA: sono semplici impulsi elettronici. L’UNICO MOTIVO per cui un Paese terremotato non viene ricostruito, per cui non viene fatto un binario doppio, per cui milioni di persone muoiono di fame e non hanno un lavoro è la mera VOLONTÀ POLITICA, ossia c’è la volontà di stare così, di cedere la Sovranità degli Stati, di NON creare denaro, di lasciare che i NOSTRI soldi siano gestiti e RUBATI dai Fondi Europei. SOLO volontà. Nient’altro. Lo ripeto: i soldi NON POSSONO FINIRE. Quello a cui assistiamo ogni giorno è un omicidio colposo ordito dalla politica consenziente. SVEGLIATEVI. Guardatevi attorno: non abbiamo carenza di nulla. CI SONO le risorse per avere il benessere per TUTTI, CI SONO. Manca solo la volontà.

Da: misteri.newsbella

loading...