Il golpe in Turchia finanziato dalla Cia. È la tesi del quotidiano turco Yeni Safak, vicino al presidente Erdogan.

Una foto di un militare e il titolo a caratteri cubitali in prima: “Quest’uomo ha diretto il golpe”. Il quotidiano attacca direttamente il generale Usa, John F. Campbell, accusando gli Stati Uniti e la Cia di aver finanziato il colpo di stato fallito attraverso una banca con sede in Nigeria.

Intanto continua la repressione turca. Nei confronti di almeno 42 giornalisti è stato emesso un mandato d’arresto: sono accusati di aver sostenuto la rete di Fethullah Gulen, che Ankara considera la mente del fallito golpe.

A riportare la notizia è la Cnn Turk, secondo cui della lista fa parte la giornalista veterana Nazli Ilicak, 72 anni, da tempo critica nei confronti del presidente Recep Tayyip Erdogan.

Fonte: qui

loading...