Circa 7mila uomini delle forze speciali turche hanno circondato la base aerea “Incirlik”, situata nel sud del Paese e sfruttata dagli aerei militari dei paesi della NATO, scrive il quotidiano “Hurriyet”.

Secondo notizie non confermate, le forze di sicurezza hanno bloccato tutti gli ingressi e le uscite dalla base aerea per le voci di un nuovo possibile colpo di stato. L’accesso alla base è stato bloccato alle 23.00 della sera di sabato, scrive il giornale.

Allo stesso tempo, secondo il ministro per gli affari europei della Turchia Omer Celik, si tratta di un “controllo di sicurezza di routine” e non deve essere motivo di preoccupazione. Il ministro lo ha scritto nella sua pagina su Twitter.

loading...

La base aerea si trova nella provincia di Adana ed è utilizzata dall’Aviazione degli Stati Uniti e turca, così come dagli altri Paesi membri della coalizione internazionale americana contro lo “Stato Islamico”.

Dopo il fallito colpo di stato è stato arrestato il comandante della base Bekir Ercan Van, accusato di aver appoggiato i golpisti. Inoltre sono stati arrestati diversi militari della base.

Nella notte del 16 luglio un gruppo di militari ribelli ha cercato un golpe in Turchia, tuttavia le autorità sono riuscite a neutralizzare il tentativo.

Al momento la situazione attorno alla base è tornata alla normalità.

Sputnik

loading...