6 settembre – Jens Weidmann, presidente della Bundesbank, che siede nel board Bce, ha votato no contro la proposta del presidente della Banca Centrale Europea Mario Draghi, evidenziando la chiara rottura nell’istituto di Francoforte su come salvare l’euro e l’Europa. La Germania ritiene che il provvedimento di abbassare i tassi Ue a zero e il programma di acquisti di titoli cartolarizzati ABS aiuti soltanto i paesi peggiori d’Europa che non hanno lavorato bene per risanare le proprie economie con le riforme.

loading...