L’elezione di Juncker a nuovo presidente della Commissione europea non è stata casuale , è servita a lui stesso e altri personaggi attivi nella scena politica Europea per poter usufruire di quella immunità che nessun cittadino usufruisce , facciamo un pò di luce nella buia storia europea del dopoguerra ed i conflitti interni tra le varie classi politiche che ancora oggi governano e che ,per tenere saldo i loro potere non disdegnano di uccidere cittadini inermi commettendo attentati usando la strategia della tensione, uno di questi personaggi OSCURI è proprio Jean Claude Juncker-

Nel piccolo stato /Principato Luxemburg, è stato riaperto il processo contro coloro che negli anni 80 / mettevano bombe dappertutto in Europa, in questo processo viene trattato esclusivamente il periodo in cui gli attentati furono fatti in Luxemburg, in seguito saranno trattati tutti gli altri attentati commessi dal” Gladio “ in Germania e Italia, per diversi anni il processo è stato sabotato su ordine di personaggi che occupano posti di prestigio in tutte le istituzioni a Brussel e in diversi stati Europei, in quel periodo di anni caldi , Juncker era Primo Ministro nel governo del Luxemburg e a causa di tanti misfatti e non chiarezze sugli attentati, fu costretto a dimettersi, l’opinione pubblica in Luxemburg venne a conoscenza che i colpevoli /mandanti degli attentati erano da cercare in quelle persone che coprivano le più alte cariche nel governo-

In base agli accertamenti compiuti , il numero di persone coinvolte è sostanzialmente alto ed il primo processo contro due ex poliziotti è stato momentaneamente sospeso al fine di poter prendere inizio a un processo dove si vedono come imputati 6 ex Ufficiali e diversi collaboratori dei servizi segreti del Luxemburg, si vuole scoprire chi sono i mandanti e gli esecutori materiali degli attentati e su quale mandato hanno agito mandanti ed esecutori accusati di far parte al Gladio, anche il ruolo che ha avuto il Neo eletto presidente della commissione UE Juncker deve essere chiarito in questo processo-

Negli anni tra il 1984 -1986 , il Luxemburg fu preso di mira con diversi attentati dinamitardi che colpivano per lo più l’Industria dell’energia CeCedel, caserme e commissariati di Polizia, Tribunali, Fabbriche di bombole di Gas, la Piscina Olimpica, la Redazione del Giornale “Luxemburger Wort” e l’Aeroporto Findel, l’ultimo attentato fu pianificato con bombe a mano ,durante il congresso dei capi di stato e di governo degli stati facenti parte alla UE, l’attentato fu fortunatamente sventato dopo che un qualcuno aveva fatto una telefonata anonima, dietro questo attentato si celava una Organizzazione Paramilitare Luxemburghese con il nome in codice “ Plan” , questa organizzazione aveva il compito di compiere attentati esclusivamente dentro i confini del Luxemburg, come tutte le altre organizzazioni del Gladio, anche questa era stata addestrata a compiere sabotaggi in caso di una invasione da parte della Russia , ancora oggi non c’è stata alcuna invasione da parte della Russia e cittadini inermi sono stati uccisi , questi attentati servivano a creare una tensione allarmante nella popolazione al fine di far accettare leggi RESTRITTIVE e un controllo totale su ogni singola persone, questo è quello che lo storico di nazionalità Svizzera Daniel Ganser è riuscito a trarne fuori, anche il BND “Servizi segreti Tedeschi avevano contatti con la rete “Stay Behind” del Luxemburg, negli anni 80 il BND fece diverse manovre con i loro colleghi del Luxemburg , ci sono documenti che ne portano le prove :

http://www.heise.de/tp/news/Ernst-Peter-Guido-und-Lothar-in-geheimer-Mission-in-Luxemburg-1995657.html

in queste manovre si provava la Tecnica della guerra Partigiana con simulazione di attentati dinamitardi.

Negli anni passati ,questo processo fu più volte sabotato , nel corso delle investigazioni sono scomparse 88 delle 125 prove documentate :

http://www.heise.de/tp/artikel/38/38645/1.html

prima sparirono le impronte digitali che erano state mandate alla BKA “Bundes Kriminal Amt” per essere analizzate , poi sparirono diversi oggetti mandati alla FBI per essere analizzati e certificati, alla fine dei tanti sabotaggi fu dato a fuoco l’Archivio dove si trovava tutta la documentazione con documenti riguardanti gli attentati e le persone indagate,anche alti allocati Politici tentarono di sabotare le indagini, il ministro della Giustizia Luc Frieden mise sotto pressione giudici e magistrati , il Procuratore /Magistrato Robert Biever accusò il ministro della giustizia di immischiarsi illegalmente nelle indagini in corso ,lamentandosi che durante i processi fatti e quelli ancora in corso, più alto è il grado dei poliziotti indagati e più sono le dimenticanze nel ricordarsi le indagini fatte da loro stessi e mai fatte con certificati nelle quali si possa trovare qualche prova ,per il Magistrato era chiaro che i poliziotti non sono gli strategici degli attentati , ma è sicuro che dentro il governo Luxemburghese ci sono politici alti allocati che sanno , anche se non fa nomi si capisce che si rivolge anche in direzione di Jean Claude Juncker e il ministro della giustizia Frieden-

loading...

Nel periodo in cui le indagini si concentrarono dentro l’apparato della Polizia , il ministro della giustizia aumentò la pressione contro gli investigatori, chiedendo di far passare qualche tempo prima di continuare , nel frattempo si venne a sapere che il SREL “Servizi Segreti Luxemburghesi” cercavano di togliere dalla circolazione il Magistrato Biever , :

http://www.lessentiel.lu/news/luxemburg/story/16862050

http://www.wort.lu/de/lokales/radio-100-7-srel-hat-paedophilie-akte-zusammengestellt-51b5d707e4b0e794460f94bf

come nei film Hollywoodiani, i servizi segreti Luxemburghesi misero in circolazione notizie riguardanti il Magistrato ,nelle quali si leggeva che durante una perquisizione “mai fatta” in casa della persona interessata erano state trovate delle prove riguardanti la Pedofilia praticata dal magistrato, la SREL preparò dei documenti fabbricati a dovere , cercavano di attirare il Magistrato in una trappola tramite una Organizzazione di Pedofili in Thailandia al fine di poter presentare la documentazione in Tribunale, con questa manovra si capiva che l’affare Gladio diventava una guerra interna tra il Governo, la Magistratura e le diverse famiglie di alto rango implicate , il ministro della Giustizia Frieden, il primo ministro Juncker affiancato dalle nobili famiglie furono chiamati a depositare in Tribunale , come di consuetudine Juncker disse di non sapere nulla e che non era una sua priorità sapere cosa facessero i servizi segreti, in verità Jean Claude Juncker sapeva fino al 2007 le motivazioni sugli attentati avvenuti in Luxemburg,

http://www.journal.lu/article/ein-konspiratives-spiel-das-anhaelt/

il Direttore generale dei servizi segreti Mille invitò Juncker per un faccia a faccia , con un orologio preparato a registratore ,registrò la discussione fatta con Juncker e dopo la mise a disposizione della magistratura che fu costretta a metterla pubblica dopo le continue negazioni da parte di Juncker che cercava a tutti i costi di far cadere l’accusa nei suoi confronti e diffamare il Magistrato,

http://www.heise.de/tp/news/Luxemburger-Bombenleger-Affaere-Was-wusste-Juncker-2006313.html

l’avvocato difensore di Juncker fece diffondere un comunicato dove si specificava che n Juncker o il Ministro della giustizia aveva consegnato la registrazione alla Magistratura lamentandosi che erano state diffuse delle informazioni strettamente poste sotto segreto di stato, nulla da fare, la commissione parlamentare accusava Junckers di aver fallito totalmente nel suo mandato politico e di aver perso il controllo sui servizi segreti , questi hanno fatto registrazioni illegali, hanno minacciato di morte magistrati e giudici , avvocati e magistrati sono stati presi di mira con false accuse , invece di prendere di mira chi illegalmente praticava attentati contro il popolo e la Costituzione, Juncker cercava di farsene una ragione del suo operato abusando del ruolo di primo ministro, Juncker ed il Ministro della giustizia hanno deliberatamente cercato di ostruire la giustizia .

Il predecessore di Juncker Jaques Santer sapeva benissimo dell’esistenza del Gladio , l’ex direttore dei servizi segreti sotto Santer , diresse di persona le manovre dei servizi segreti e del Gladio in collaborazione del BND Tedesco” Bundes Nachrichten Dienst” facendo richiesta direttamente al primo ministro e futuro presidente della commissione UE Juncker, l’allora primo ministro Santer firmò la richiesta per le manovre nell’anno 1985:

http://www.wort.lu/de/lokales/rueckblick-bomben-aus-pullach-5168cdbbe4b09ea842c7fffd

nell’anno 1990 Santer diede l’Ordine di sciogliere l’esercito segreto della NATO “Gladio”, durante il processo svoltosi in seguito negava di essere a conoscenza del Gladio-

Lo stesso Juncker ,durante una intervista fatta dal giornale Focus ,rilasciava la seguente; “ nulla deve essere portato in pubblico , noi del gruppo Europa Unita discutiamo tutto in segreto , “quando la cosa diventa seria ,dobbiamo dire esclusivamente le bugie “ , dopo 18 anni al potere dentro il governo Luxemburghese , Jean Claude Juncker ha dovuto mollare e dimettersi per l’affare Gladio, adesso ha trovato un altro posto da dove potrà gestire meglio i suoi intrighi favorendo L’elite per la quale ha lavorato e lavora da parecchio tempo, la questione del tira e molla con la Merkel che ha cambiato opinione diverse volte sulla sua nomina a presidente della UE è ancora a aperta e da chiarire definitivamente , questo sarà fatto nel prossimo articolo ,dove si parlerà degli attentati in Germania e Italia da parte del Gladio –

http://www.wort.lu/de/lokales/rueckblick-bomben-aus-pullach-5168cdbbe4b09ea842c7fffd

loading...