Il popolo italiano ormai non conta più nulla,non decide più nulla, deve solo soffrire in silenzio, pagare e far finta di nulla.Il governo è abusivo e non è eletto,il senato è corrotto,la maggioranza è incostituzionale e la mafia comanda…

Un governo abusivo, sia perché guidato da un premier non eletto, sia perché nato grazie ad un premio di maggioranza incostituzionale (secondo una sentenza della corte dei conti), sia perché il Senato si regge dopo la compravendita di alcuni senatori, nella corruzione più totale, sia perchè il parlamento non conta più nulla, funge solo da “passacarte”.

Al Quirinale c’è un presidente della Repubblica nominato da un Parlamento, giudicato incostituzionale dalla stessa Corte della quale faceva parte l’attuale Presidente Mattarella. Quella Corte che, mentre lo giudicava tale, ne ha permesso la sopravvivenza: e, caso strano, uno di loro è finito al Colle.

Dal Presidente della repubblica fino all’ultimo dei parlamentari, la classe politica al potere è tutta illegittima. Ogni decisione di questo governo, avallata da questo Parlamento, è illegale.

Nonostante ciò, senza alcun mandato politico decidono le sorti di una nazione democratica, senza interpellare minimamente il popolo (tramite referendum ecc) riguardo le decisioni importanti, proprio come in una dittatura, permettendosi di additare come “fascisti” coloro che osano opporsi alle loro decisioni.Come il bue che da del cornuto all’asino.

Fanno entrare quanti più migranti possibili senza rendere conto al popolo italiano, andandoli addirittura a raccattare sulle coste libiche. Li vanno a prendere a casa perchè glie lo chiede la mafia, “il business dei migranti rende più della droga”, così la mafia cambia affare e lo stato cambia strategia per servirla e riverirla, come ha sempre fatto negli anni.

Al funerale di Casamonica si è capito benissimo chi comanda la capitale, il Lazio, l’Italia. Nessuno spiegamento di forze dell’ordine, nemmeno un vigile, ne un carabiniere o un poliziotto a cercare di fermare l’ingorgo creato da tale funerale, nessuno si è permesso di interferire minimamente nonostante c’erano le basi per farlo. Se fosse stata una pacifica Manifestazione a creare quell’ingorgo ci sarebbero state manganellate a volontà per tutti…

Dall’ altra parte c’è un popolo che non si ribella in una situazione del genere, e resta a guardare immobile la devastazione della propria identità, della propria cultura e, anche, del proprio benessere conquistato in decenni di sacrifici e lavoro.

La domanda che nasce davanti all’arroganza di un governo abusivo e illegale:

E’ lecito impegnarsi con tutti i mezzi disponibili per abbattere un governo andato al potere illegalmente, che ha acquistato senatori e con il loro voto decisivo traghetta clandestini a casa nostra, favorendo un business mafioso dal quale riceve gonfie mazzette?

Fonte: ItalianoSveglia

loading...