NEW YORK – Più che un referendum su una sgangherata riforma costituzionael, adesso sembra essere diventato un referendum sui banchieri italiani, altrettanto sgangherati: ”Il referendum italiano costituisce un rischio materiale per le previsioni di crescita dell’Italia e del salvataggio delle sue banche prossime al default”. E’ l’allarme lanciato da Goldman Sachs nel suo Outlook sull’Europa nel quale afferma che ”se vincesse il no ostacolerebbe gli sforzi per ricapitalizzare le banche italiane piu’ deboli, un processo che e’ gia’ stato con ogni probabilita’ posticipato al 2017”. Quindi, agli italiani non viene chiesto se sono d’accordo oppure no sulla riformicchia-Boschi ma sul salvataggio dei banchieri-gangster che hanno devastato l’Italia.

loading...