Tutti i parassiti di Bruxelles assieme ai vari giornali di regime dei vari paesi dell’Unione Europea non fanno che esprimere entusiasmo per la decisione presa dal governo lituano si adottare l’euro nel 2015 ma i cittadini del piccolo stato baltico sembrano pensarla diversamente.

E difatti in un sondaggio fatto pochi giorni fa dalla commissione europea risulta che il 49% dei cittadini lituani e’ contrario all’adozione dell’euro, mentre ad essere favorevole e’ il 47%.

Dei contrari il 23% si oppone in maniera netta laddove il 26% esprime solo un lieve scetticismo mentre tra i favorevoli solo il 16% e’ fortemente a favore mentre il 31% si dimostra solo lievemente favorevole.

loading...

Se pero’ l’opinione pubblica e’ divisa riguardo l’adozione della moneta unica la stragrande maggioranza (il 76%) teme che l’euro porti a un forte aumento dei prezzi mentre il 62% vede nella sua adozione una perdita di identita’.

Ancora una volta e’ possibile vedere come questa decisione venga presa senza consultare l’opinione pubblica, un fatto che dimostra come la classe politica lituana abbia svenduto il proprio paese in cambio di qualche poltrona ben remunerata.

Sarebbe ora che gli abitanti della Lituania si rendano conto che la loro classe dirigente ha lottato per farli uscire dal giogo sovietico solo per farli entrare in un’organizzzazione che e’ la copia della vecchia Unione Sovietica e quindi capiscano che se voglio avere un futuro devono uscire dalla UE subito.

loading...