Il fallimento della democrazia: come gli oligarchi progettano di rubare le elezioni

0
157
di Paul Craig Roberts.
Sono ora convinto che l’oligarchia che governa l’America intenda rubare l’elezione presidenziale. In passato, gli oligarchi non si sono interessati di quale candidato avrebbe vinto perché li possedevano entrambi. Ma non possiedono Trump.
Molto probabilmente non siete a conoscenza di ciò che Trump sta dicendo alla gente perché i media non lo riportano. Uno che parla in questo modo non è collegato agli oligarchi:

Ma chi sono gli oligarchi?
Wall Street e le mega-banche troppo grandi per fallire e il loro agente la Federal Reserve, un’agenzia federale che ha messo 5 banche al di sopra di milioni di proprietari di case americani in difficoltà e che la Federal Reserve ha permesso fossero gettati nella toilette.
Al fine di salvare i bilanci delle mega-banche dal loro comportamento irresponsabile, la Fed ha negato ai pensionati alcun margine di interesse sui loro risparmi per otto anni, costringendo gli anziani a ritirare i loro risparmi, lasciando senza un soldo i loro eredi, che sono stati privati del lavoro a causa dalle delocalizzazioni aziendali all’estero.
Il complesso militare/di sicurezza che ha speso migliaia di miliardi di dollari dei nostri contribuenti su 15 anni di guerre gratuite basate interamente su menzogne al fine di arricchire se stessi e il loro potere.
I neocon la cui folle ideologia di egemonia degli Stati Uniti sul mondo infila il popolo americano in un conflitto militare con la Russia e la Cina.
Le multinazionali americane che hanno spostato posti di lavoro americani in Cina e in India e altrove, al fine di arricchire il One Percent con maggiori profitti grazie al costo del lavoro più basso.
L’Agribusinness (Monsanto et al.), le società che avvelenano il suolo, l’acqua, gli oceani e il nostro cibo con i loro OGM, gli erbicidi, i pesticidi e i fertilizzanti chimici, mentre uccidono le api che impollinano le colture.
Le industrie estrattive – energetiche, minerarie, fracking e del legno – che massimizzano i loro profitti distruggendo l’ambiente e la fornitura di acqua.
La lobby israeliana che controlla la politica americana in Medio Oriente e sta commettendo un genocidio contro i palestinesi così come gli Stati Uniti commisero un genocidio contro i nativi americani. Israele sta usando gli Stati Uniti per eliminare Paesi sovrani che si oppongono ad Israele.
Ciò che mi convince che l’oligarchia intenda rubare l’elezione è la grande differenza tra i rapporti dei media presstitute e i fatti sul terreno.
Secondo i presstitute, Hillary è così avanti che i sostenitori di Trump non dovrebbero neanche preoccuparsi di votare. Hillary ha vinto le elezioni prima del voto. Hillary è stata dichiarata vincitrice sicura al 93%.
Sto ancora aspettando di vedere un manifesto di Hillary, mentre quelli di Trump sono ovunque. I rapporti che ricevo dicono che le apparizioni pubbliche di Hillary sono deserte, ma quelle di Trump sono così pesantemente affollate che le persone devono essere allontanate. Questo è quello che riferisce una donna in Florida:

“Trump ha raccolto numeri enormi in tutta la Florida durante la campagna elettorale in questa settimana. Vedo solo manifesti di Trump e adesivi nei miei lunghi viaggi. Ho cenato in un ristorante messicano la scorsa notte. Due donne della mia età seduto dietro di me stavano parlando di come avevano provato a vedere Trump quando è venuto a Tallahassee. Hanno lasciato il lavoro in anticipo, arrivando presso la sede alle quattro per un comizio alle sei. Il posto era già pieno oltre la capacità così che sono state allontanate. Si è scoperto che c’erano così tante persone lì dalle due che le porte hanno dovuto essere loro aperte. Le donne hanno detto che la folla presente era un misto di razze e le età.”

Conosco la persona che mi ha fornito questo rapporto e non ho dubbi di sorta sulla sua veridicità.
Ricevo anche dai lettori rapporti simili provenienti da tutto il paese.
Questo è come si suppone che il furto delle elezioni lavori: i media concentrati nelle mani di poche aziende si sono fatti in quattro per convincere non solo gli americani, ma anche il mondo, che Donald Trump sia un candidato inaccettabile che ha perso le elezioni prima ancora del voto.
Nel controllare la spiegazione, quando l’elezione è stata rubata coloro che sfidano le elezioni rubate non trovano sostegno nei media. Tutti i media diranno che è stata una corsa vittoriosa, quella di Hillary su Trump il misogino che odia gli immigrati.
E l’opinione pubblica liberal e progressista sarà quindi sollevata e presa alla sprovvista quando Hillary ci porterà a una guerra nucleare.
Che l’oligarchia intenda rubare l’elezione dalle mani dei cittadini americani è confermato dal comportamento ufficialmente riferito delle macchine elettorali nel corso del voto anticipato in Texas. Le presstitute della radio pubblica NPR hanno dichiarato che Hillary è un candidato talmente preferito che perfino il Texas Repubblicano è in forse nelle elezioni.
Se questo è il caso, perché è stato necessario che le macchine elettorali fossero programmate per scambiare i voti di Trump con quelli di Hillary? Quegli elettori che hanno notato che, pur votando Trump, è stato registrato il voto per Hillary se ne sono lamentati. I funzionari elettorali, rivendicando un problema tecnico (che è andato in una sola direzione), hanno sostituito le schede cartacee. Ma chi li conterà? Non ci sono “difetti” della macchina che facciano sì che dei voti di Hillary vadano su Trump: solo i voti di Trump vanno a Hillary.
Il film più brillante del nostro tempo è stato Matrix. Questo film ha catturato la vita degli americani manipolati da una falsa realtà, solo che nella vera America non c’è sufficiente consapevolezza e nessun Neo per sfidare il sistema, tranne forse Donald Trump. Gli americani di tutte le fasce – accademici, studiosi, giornalisti, repubblicani, democratici, di destra, di sinistra, rappresentanti degli Stati Uniti, senatori degli Stati Uniti, presidenti, magnati aziendali e americani e stranieri – vivono in una realtà falsa da lavaggio del cervello.
Negli Stati Uniti, oggi, si stano svolgendo delle elezioni presidenziali critiche in cui non un singolo tema importante è affrontato da Hillary e le presstitute. Questo è un fallimento totale. La democrazia, una volta speranza del mondo, ha completamente fallito negli Stati Uniti d’America. Trump ha ragione: il popolo americano deve ripristinare la responsabilità del governo verso il popolo.
******
Articolo originale:
Traduzione di Costantino Ceoldo – Pravda freelance
[con alcune correzioni a cura della Redazione di Megachip]
loading...