Sondaggi amari per Matteo Renzi. Uno dopo l’altro stanno certificando il suo fallimento politico.

Ieri Renato Brunetta glieli ha sbandierati sotto il naso. “Nonostante la spaventosa invasione mediatica di Renzi i ‘Sì’ continuano a calare – ha rilevato il presidente dei deputati azzurri – gli effetti speciali delle ultime settimane non hanno prodotto alcun risultato, anzi, hanno prodotto l’effetto contrario”. Secondo il sondaggio fatto da ScenariPolitici per l’Huffington Post, il 66% degli intervistati il premier dovrebbe lasciare Palazzo Chigi qualora dovesse perdere al referendumdel 4 dicembre.

Il problema non sono sole le riforme costituzionali. Come spiega Renato Mannheimer nel sondaggio pubblicato oggi sul Giornale, “meno di un quarto degli italiani (23,2%) giudica positivamente l’azione del governo. In particolare, è il 3,5% a valutarla ‘molto positivamente’ e il 19,7% a definirla ‘abbastanza positivamente’ – continua – viceversa, il 74% si esprime negativamente: una parte, il 27%, lo valuta ‘molto negativamente’, mentre la maggioranza, il 47%, ‘abbastanza negativamente’ (il restante 3% non si esprime)”.

Numeri drammatici per il premier che ora si trova a dover fare i conti con il referendum sulle riforme costituzionali. E lì le previsioni sono davvero tetre, almeno per lui. Il fronte del “no” è, infatti, dato in netto vantaggio da tutti i sondaggi che hanno sondato il terreno. Ixè, Index Research e Eumetra Monterosa sono concordi nel rilevare che i “sì” hanno perso più di sei punti percentuali in meno di due mesi, mentre i “no” ne hanno guadagnati altrettanti.

Nelle ultime settimane Renzi ha cercato di slegare la propria sopravvivenza a Palazzo Chigi dal risultato del referendum. Ormai, però, il danno è fatto. Secondo le persone sentite da ScenariPolitici perl l’Huffington Post, “il premier ha fatto un grave errore a personalizzare, in principio, la consultazione del 4 dicembre. Per il 68% infatti la personalizzazione favorirà le ragioni del ‘no’”. E questo avrà conseguenze anche sul periodo successivo al voto. “Secondo il 66% degli intervistati infatti il premier dovrebbe lasciare il suo incarico – si legge ancora nel sondaggio – solo il 24% vorrebbe che Renzi rimanesse a Palazzo Chigi nonostante la sconfitta al referendum”.

Fonte: qui

loading...