”Apprendiamo da fonti giornalistiche che la futura Commissione d’inchiesta sulle banche potrebbe essere affidata ad un esponente di Ala, il partito di Denis Verdini. Sarebbe paradossale, dato che tra le tante pendenze a suo carico Verdini vanta anche un rinvio a giudizio per la bancarotta fraudolenta del Credito cooperativo fiorentino da lui presieduto. Lo denunciano i senatori M5S della commissione Finanze Laura Bottici e Alberto Airola. ”Il candidato alla presidenza della commissione d’inchiesta potrebbe essere l’ex viceministro dell’Economia Enrico Zanetti, ideale testa di ponte per garantire al Governo Gentiloni i voti sempre piu’ necessari di Ala. La Stampa, in un articolo a firma Francesca Schianchi, sostiene che il capogruppo del Pd Luigi Zanda e il vicesegretario Lorenzo Guerini si sarebbero gia’ incontrati con Verdini e Lucio Barani, capogruppo di Ala, per definire l’accordo politico. La commissione d’inchiesta sulle banche e’ troppo importante per essere merce di scambio”.

loading...