Potrebbe essere semplicemente il primo sondaggio dopo le vacanze di agosto. Ma, visto quel che è accaduto una settimana fa in centro Italia, non lo si può non considerare anche come il primo sondaggio del dopo-terremoto.

E se la terra da quelle parti ha purtroppo tremato tanto, il gradimento dei partiti non pare aver subito particolari scosse, almeno stano all’indagine dell’istituto Piepoli effettuata il 29 agosto.

l dato più rilevante è quello legato al Pd, dato che il suo leader nonchè premier Matteo Renzi si è molto speso pubblicamente nei giorni dopo il sisma del 24 agosto. E pare, almeno per ora, uscito indenne da un evento tanto negativo anche grazie al contenuto livello di polemiche finora sollevato dai media.

I democratici, anzi, rispetto alla rilevazione Piepoli del 1 agosto guadagnano mezzo punto percentuale, portandosi dal 31,5 al 32%. Stabile il Movimento 5 Stelle al 27%, come stabile è Forza Italia all’11,5%, mentre la Lega lascia sul terreno uno 0,5% scendendo dal 12% allo stesso livello degli azzurri. Su Fratelli d’Italia, dal 5 al 5,5%, stabile al 3,5 Ncd-Udc.

La fiducia nel presidente del Consiglio è stabile al 33% mentre alla domanda sul referendum istituzionale di ottobre il 51% degli intervistati ha risposto che voterà “no”, il 49% che voterà sì. Avanti, dunque, nel massimo dell’incertezza.

Fonte: Qui

loading...