Ucraina: l’esercito ucraino massacra i civili filo-russi, l’Europa dov’è? Scene di guerra. Siamo a Lugansk, nell’Ucraina orientale. Questa è una guerra che non interessa all’Europa. Un video finito in rete mostra il raid aereo che ha ucciso civili, distrutto auto, crivellato le abitazioni e il municipio. Si è trattato di un assalto dal cielo, condotto da un Sukhoi 25 dell’aviazione di Kiev.

Come scrive Nicolai Linin sull’Espresso, un bombardiere ha usato razzi “a saturazione”, destinati a devastare una grande area senza possibilità di mira.

Un bombardiere che va all’attacco tra le case e le auto. I razzi che all’improvviso esplodono davanti al parco pubblico e portano la morte nella vita quotidiana di una città. Le immagini che arrivano da Lugansk, nell’Ucraina orientale, abbattono i giri di parole e gli eufemismi: è una guerra, vera. I filmati diffusi sulla Rete mostrano quello che è accaduto lunedì a Lugansk. Un raid che ha ucciso civili, distrutto auto, crivellato le abitazioni e il municipio.

L’opinione pubblica europea si è progressivamente disinteressata di quel che accade a est di Kiev. Questa è una guerra:

Quello che colpisce di quanto sta accadendo a Lugansk e prima ancora a Donestk è il disinteresse dei media occidentali per l’escalation bellica. Per togliere le città agli insorti, il governo ucraino sta usando sempre più spesso i bombardamenti aerei: attacchi indiscriminati, lanciati a ridosso delle case e dei parchi.

loading...