I servizi di sicurezza e l’intelligence sono in allerta per il numero crescente di australiani che operano per conto di gruppi terroristici come l’Isis, Jabhat al Nusra e al Qaida. La minaccia che rappresentano aumenta di anno in anno, hanno riferito in un comunicato il primo miistro Tony Abbott e il procuratore generale George Brandis.

loading...

Secondo Canberra, almeno 60 australiani combattono tra le fila dei jihadisti dell’Isis in Iraq e in Siria, mentre un altro centinaio di connazionali fornisce sostegno attivo ai movimenti sunniti radicali.

(fonte afp) Coa

Questa è una notizia dell’agenzia Asca.

loading...