Nel secondo trimestre del 2016 il Pil italiano, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, e’ rimasto invariato rispetto al trimestre precedente. Lo rende noto l’Istat confermando le stime congiunturali del 12 agosto. Quindi, il Pil dell’Italia, se il terzo e il quarto trimestre confermassero la crescita zero, sarebbe per il 2016 pari allo 0,7%, circa la metà di quello che aveva previsto il governo Renzi e sulla base della quale previsione aveva presentato il piano dei conti pubblici e di bilancio delle stato alla Ue.

loading...