In una conferenza stampa, la portavoce del Dipartimento di Stato americano, Jen Psaki ha dichiarato che il governo ucraino ha tutto il diritto di effettuare attacchi aerei contro i civili nella parte orientale del paese, e in questo modo cerca di conservare l’unità dello Stato.

“Le autorità ucraine stanno difendendo il loro paese. Credo che abbiano tutto il diritto di farlo”, ha dichairato la Psaki, commentando anche le dichiarazioni del vice portavoce del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, Marie Harf, secondo la quale gli ucraini non stanno abbandonando il paese a causa della crisi, ma attraversano il confine per “visitare parenti” in Russia.

loading...

La Psaki ha spiegato che gli Stati Uniti non possono fare affidamento sulle fonti che riportano il grande flusso di persone sfollate a causa del conflitto in Ucraina spiegando che il Servizio Federale di migrazione della Russia, che diffonde i rapporti sui rifugiati, non è un’organizzazione internazionale e che quindi i dati devono essere verificati.

A fine giugno l’agenzia Onu per i rifugiati ha stimato che circa 110.000 rifugiati dell’Ucraina orientale sono arrivati in Russia quest’anno. Numerosi video pubblicati su Internet negli ultimi mesi mostrano civili in fuga dal sud-est dell’Ucraina.

Fonte

loading...