La corte costituzionale portoghese si conferma l’ultimo baluardo nel paese contro la Troika

La Corte costituzionale portoghese ha nuovamente emesso una sentenza di condanna delle misure d’austerità imposte attraverso il programma di “rigorosa condizionalità” firmato con la Troika. Secondo la Corte gli 800 milioni di euro di tagli nel settore pubblico e altre misure sono “eccessive” e quindi violando la Costituzione del paese. Lo riporta Euobserver

loading...

Il primo ministro Pedro Passos Coelho ha dichiarato che la sentenza crea una “situazione complessa”, con il governo che sta cercando ora di trovare i fondi in altri settori.

Antidiplomatico.it

loading...