A tutto campo, Massimo Cacciari, parla di immigrazione, economia, welfare ed Europa.

Lo fa in un’intervista a Il Mattino, in cui punta subito i fari sul problema dei migranti e afferma: “Se i figli trovassero lavoro, se la situazione economica non fosse quella che è, non ci sarebbero paure di fronte all’arrivo dei migranti.

Le reazioni delle masse hanno molte cause, ed è evidente che oggi viviamo una crisi generale epocale, nella quale si inserisce anche il fenomeno immigrazione”.

Il filosofo, dunque, punta il dito contro chi propone soluzioni drastiche. Ma non solo, si spinge anche a profetizzare la morte del Vecchio Continente: “Alzare i muri è prettamente utopistico ed è chiaro che superare Schengen significherebbe condannare a morte l’Europa.

La realtà è molto più sfaccettata di quanto possa dire un sondaggio: in fondo è facile fare un titolo per dire che gli italiani hanno paura, il difficile – ma neanche tanto – è sforzarsi di capire perché”.

Fonte: qui

loading...