La Germania in passato ha aiutato con i soldi pubblici le sue banche. Questa è una storia abbastanza nota, ma in pochi sanno che Berlino ha aperto il portafoglio per sostenere con aiuti di Stato le proprie imprese.

La Germania è la regina d’Europa per l’aiutino pubbico al punto che rapresenta con 97,2 miliardi di euro nel periodo 2010-2014 il 25% della spesa pubblica dei paesi membri dell’Ue. Come ricorda Libero è stata proprio la Corte dei Contieuropea a rilevare queste cifre.

Il dato è rilevante perché i tedeschi per primi ribadiscono l’osservanza delle norme comunitarie e sono pronti a bacchettare gli altri Paesi nel momento in cui aiutano le proprie imprese.

loading...

E adesso si scopre che Berlino non bada a spese quando c’è da aiutare le proprie aziende. Inoltre il sistema di controllo non sarebbe così rigido.

Di fatto moltissimi finanziamenti illegali arriverebbero con i fondi Ue. E questo punto di fatto la Germnia ha registrato un 12 per cento di violazioni proprio sugli aiuti di Stato.

Per capire quanto Berlino giochi sporco, l’Italia ha foraggiato le sue imprese con 21 miliardi in 4 anni, mentre la Merkel con ben 100 nello sotesso periodo. Insomma le rageole a quanto pare valgono solo per noi.

Fonte: qui

loading...