Un chirurgo texano afferma che Hillary Clinton avrebbe problemi al cervello dovuti ad una caduta del 2012. Ma lei rifiuta ogni test medico

Non si fermano le polemiche intorno alla salute fisica di Hillary Clinton.

La candidata democratica alla casa Bianca, infatti, da giorni deve fare i conti con voci e indiscrezioni che la vorrebbero gravemente malata, e quindi inadatta al ruolo di presidente degli Stati Uniti d’America. L’ultimo affondo viene da un chirurgo del Texas, John Coppedge, che ha pubblicato un lungo articolo in cui spiega come i movimenti degli occhi della Clinton quando parla sarebbero dovuti al poco afflusso di sangue al cervello.

La diagnosi del medico sulla Clinton

Secondo il dottore, infatti, durante il discorso tenuto a Philadelphia, si vede come la candidata democratica muova in maniera irregolare gli occhi e senza seguire le espressioni facciali.  Il video del discorso è diventato virale sul web e sta facendo discutere molti elettori americani. Il tutto sarebbe causato da una pressione al nervo nel cervello, condizione che sarebbe stata provocata da una caduta della Clinton avvenuta nel lontano 2012.

La riduzione di afflusso di sangue al cervello potrebbe essere, sempre ad opinione del chirurgo ripreso dal DailyMail, il motivo della caduta della Clinton durante le celebrazioni dell’11 settembre. “Gli occhi non sempre si muovono nella stessa direzione, allo stesso tempo – ha scritto il medico – Sembra abbia un problema con il sesto nervo cranico, che ha una sola funzione: quella di far contrarre il muscolo retto mediale che permette all’occhio di muoversi”. Inoltre la disfunzione di questo muscolo provoca il movimento dei occhi in direzioni opposte e fa vedere doppio al malato.

Bisogna dire che Coppedge è un chirurgo del Texas in pensioneche ha finanziato più volte le campagne elettorali dei repubblicani, dal senatore John Cornyna Louis Gohmert, famoso per aver accusato l’amministrazione Obama di prendere consigli dai Fratelli Musulmani.

Intanto la Clinton questa settimana ha escluso la possibilità di sottoporsi ad un test neurologico, idea proposta da un conduttore di una Tv in Florida. La candidata avrebbe dovuto sottoporsi al test per l’Alzheimer. Ma ha rifiutato: “Non c’è bisogno”, ha detto. Affermando di soddisfare “standard che ogni altra persona in corsa per la Casa Bianca deve rispettare”

Il dottor Coppedge non ha mai visitato la Clinton, ovviamente. Ma si dice sicuro di quanto afferma: “Sono un medico e concetti esposti nel mio aricolo vengono insegnati ad ogni studente di medicina all’iniziodell’Università. Il suo trauma cranico, la trombosi venosa, lo svenimento e il movimento degli occhi sono tutti fatti, non speculazioni”.

Fonte: Il Giornale

loading...