Si è rallegrata per l’”emergere di un nuovo mondo” grazie all’elezione di Donald Trump alla Casa Bianca. Dai microfoni della Bbc Marine Le Pen ha commentato con soddisfazione lo tsunami rappresentato dal voto americano, che ha definito “una pietra supplementare nell’emergenza di un nuovo mondo che ha la vocazione di rimpiazzare un ordine antico”.

Marine Le Pen: con Trump un nuovo ordine

La leader del Front national non ha nascosto di vedere negli ultimi eventi americani un segnale favorevole per la sua candidatura alle presidenziali francesi del 2017. Donald Trump – ha detto madame Le Pen – “ha reso possibile ciò che è stato presentato come totalmente impossibile. Auspichiamo che anche in Francia il popolo possa rovesciare il tavolo attorno al quale le élite si spartiscono ciò che spetterebbe ai francesi”, ha aggiunto tracciando un parallelo tra il no francese al referendum sulla costituzione europea del 2005 e il voto britannico per la Brexit. “Tutte queste elezioni – ha detto la Le Pen – sono quasi un referendum contro questa mondializzazione selvaggia che ci è stata imposta, che è stata imposta ai popoli e che oggi mostra chiaramente i suoi limiti”.

Il sogno dell’Eliseo si avvicina

Intervistata nel popolare talk show domenicale di Andrew Marr – malgrado qualche polemica -Marine Le Pen è apparsa visibilmente soddisfatta per la sconfitta di Hillary Clinton e si è soffermata sui possibili legami fra il voto americano e la sua corsa all’Eliseo nel 2017. Senza commentare le manifestazioni contro il verdetto delle urne che stanno infiammando gli Stati Uniti, la figlia del fondatore del Front national, accreditata dai sondaggi come vincente del primo turno delle presidenziali, si è detta convinta dell’apertura di una stagione politica nuova che aspira a sostituire un ordine vecchio.

Fonte: Il secolo d’Italia

loading...