Da Farage a Marine Le Pen, da Putin ad al Sisi: dallʼestero si congratulano con Donald Trump

Già prima che la vittoria di Donald Trump fosse ufficiale, politici e personalità di tutto il mondo hanno inziato ad esultare e a congratularsi con lui. Tra questi Nigel Farage, che ha definito il trionfo del tycoon come una rivoluzione, anche più grande della Brexit.

Vladimir Putin si congratula con Donald Trump per la vittoria e si augura che i “rapporti russo-americani possano uscire dalla crisi”. Il presidente russo – che ha inviato un telegramma al nuovo presidente Usa – si dice “sicuro” che il dialogo fra Mosca e Washington, basati sul rispetto reciproco, rispondano “agli interessi dei due paesi”.

Il leader dell’estrema destra francese, Marine Le Pen ha twittato: “Felicitazioni al nuovo presidente degli Stati Uniti Donald Trump e al popolo americano, libero!”.

Il leader del Partito per l’Indipendenza del Regno Unito Nigel Farage ha twittato, ancor prima della vittoria:”Sembra che il 2016 stia per essere l’anno di due grandi rivoluzioni politiche”. E ha aggiunto che il successo di Trump sarebbe “più grande di quello della Brexit”.

Il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz ha espresso la “speranza che Trump rispetterà i diritti e le regole fondamentali”. “Questo è un momento difficile nelle relazioni Usa-Ue – ha ribadito – ma Trump merita pieno rispetto. Le campagne elettorali sono cosa diversa dalla politica, spero che ora ci sia un ritorno alla razionalità e che il nuovo presidente si attenga alla costituzione americana. Noi siamo pronti a collaborare”.

Il presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi si è congratulato con Donald Trump per la vittoria. Lo rende noto la presidenza del Cairo. Sisi ha “augurato a Trump successo nel suo lavoro e ha auspicato una nuova era nei rapporti tra i due Paesi con un rafforzamento delle relazioni di cooperazione a tutti i livelli tra l’Egitto e gli Stati Uniti” ma anche della “pace e della stabilita’ nella regione mediorientale alla luce delle grandi sfide che sta affrontando”.

Il leader olandese Geert Wilders, fondatore del Partito per la Libertà ha dichiarato: “La gente si sta riprendendo il proprio paese. Lo stesso faremo noi”.

loading...