I casi di ebola in Africa occidentale potrebbero diventare 20mila, lo ha dichiarato l’Organizzazione mondiale per la sanità (Oms).

I medici in Liberia hanno dichiarato che il virus si sta diffondendo così rapidamente che molto presto non riusciranno a far fronte all’emergenza.

L’agenzia delle Nazioni Unite ha dichiarato che la diffusione della malattia è molto rapida e sta accelerando. I casi registrati attualmente sono 3.069 e i morti sono 1.552.

“Io penso che stiamo parlando di una scala di grandezze che non è mai stata raggiunta prima, in termini di diffusione della malattia”, ha detto il segretario generale aggiunto dell’Oms Bruce Aylward.

Secondo l’Oms le zone in cui il visus si è diffuso con maggiore rapidità sono le città, come la capitale della Liberia Monrovia.

loading...

In questo momento però gli sforzi maggiori della comunità internazionale per arginare la malattia si sono concentrati nelle campagne. Medici senza frontiere ha aperto un nuovo ospedale nella capitale della Liberia per trattare i casi di ebola, ma i posti disponibili sono già esauriti.

“Il numero di pazienti che stiamo trattando non è paragonabile con il passato”, ha detto Lindis Hurum di Msf al Guardian. “Questa non è solo un’epidemia di ebola è un’emergenza umanitaria”, ha detto Hurum.

L’organizzazione mondiale della sanità ha lanciato un piano da 489 milioni di dollari che verrano spesi nei prossimi nove mesi per tentare di contrastare la malattia. Nel progetto saranno coinvolti 12mila operatori sanitari.

Il 28 agosto in Nigeria è stato confermato il primo caso di decesso a causa di ebola a Port Harcourt, al di fuori della capitale Lagos.

Una cartina del Guardian mostra i paesi in cui sono state chiuse le frontiere, quelli con dei casi accertati e quelli che hanno interrotto i voli verso i paesi colpiti dall’epidemia.

internazionale.it

loading...