In un’intervista alla Welt afferma che l’economia italiana non è competitiva, e il governo non ha intrapreso nessuno sforzo per farla tornare ad esserlo

“La probabilità che l’Italia resti a lungo parte dell’euro diminuisce di anno in anno”: è il parere di Hans-Werner Sinn, economista tedesco ed ex presidente dell’istituto Ifo, espresso in un’intervista alla Welt, pubblicata lunedì 17 ottobre nella sezione economica e richiamata in prima pagina con il titolo “L’Italia non riesce a cavarsela con l’euro”.

Per Sinn, non nuovo a critiche verso la costruzione della moneta unica e verso Roma, “l’economia italiana non è competitiva e non ha intrapreso negli anni scorsi alcun misurabile sforzo per tornare ad essere competitiva”. In conclusione: “Mi chiedo davvero quanto l’Italia possa resistere nell’euro”.

Di parere opposto il governo tedesco: Steffen Seibert, portavoce di Angela Merkel, ha commentato l’intervista dicendo di non condividere quanto affermato nell’intervista da Sinn, senza però dire nulla in merito alle misure insufficienti prese dal governo di Matteo Renzi per rilanciare la produttività in Italia.

loading...