La Fondazione Bertelsmann, nel suo rapporto 2016, giudica il sistema del welfare italiano insufficiente ed accusa il nostro paese di non garantire la giusta assistenza a pensionati e meno abbienti in generale

 Il rapporto 2016 dell’Ocse boccia inesorabilmente il sistema del welfare italiano: secondo la Fondazione Bertelsmann, infatti, il nostro paese non garantirebbe il giusto sostegno sociale ai più poveri ed erogherebbe delle pensioni “estremamente basse”, non certo sufficienti a permettere una vita dignitosa a moltissimi pensionati. Per l’Ocse, le politiche italiane non si curerebbero in modo adeguato del problema della povertà, “particolarmente serio per le famiglie giovani, specialmente nei casi in cui solo uno degli adulti è occupato”. Infine, arriva anche una stoccata sui diritti delle donne, che sarebbero lasciate sole nell’affrontare le enormi spese dei loro nuovi nascituri (ad esempio quella dell’asilo nido); da ciò ne scaturirebbe una “limitata partecipazione delle donne al mercato del lavoro”. La Fondazione Bertelsmann accusa pure l’Italia di non combattere efficacemente l’evasione fiscale e di avere dei partiti politici in cui c’è troppa prevalenza dei Leader a discapito del dibattito interno. In base a tutte queste considerazioni, l’Ocse piazza il nostro paese al trentaduesimo posto in una classifica che ha preso in esame 41 Stati.
Fonte: Il Populista
loading...