In Italia il Pil crescera’ dello 0,8% nel 2016 e 2017. Lo afferma l’Ocse nel suo Economic Outlook di settembre, ritoccando rispettivamente al ribasso di 0,2 e di 0,6 punti le stime rispetto all’economic outlook di giugno. Il Pil mondiale crescera’ invece del 2,9% nel 2016 e del 3,2% nel 2017. Lo afferma l’Ocse sempre nel suo Economic Outlook di settembre, al ribasso quindi di 0,1 punti le stime rispetto all’economic outlook di giugno. Quanto alla zona euro, la crescita prevista e’ dell’1,5% nel 2016 e dell’1,4% nel 2017, rispettivamente 0,1 e 0,3 punti in meno rispetto alle precedenti stime di giugno. Dopo +1,5% segnato nel 2015 il pil in Germania quest’anno dovrebbe crescere dell’1,8% contro +1,6% stimato a giugno scorso e dell’1,5% nel 2017 contro +1,7% previsto in precedenza. In Francia, dopo +1,2% nel 2015, il pil dovrebbe crescere nel 2016 dell’1,3% (-0,1% rispetto alla stima di giugno) e dell’1,3% nel 2017 (-0,2 punti). Negli Usa, dopo +2,6% nel 2015, il pil dovrebbe registrare una crescita dell’1,4% (-0,4 punti) quest’anno e del 2,1% nel 2017 (-0,1 punto). Nel Regno Unito, dopo +2,2% nel 2015, il pil dovrebbe crescere quest’anno dell’1,8% (+0,1 punto) e dell’1% nel 2017. Dopo +6,9% nel 2015, in Cina il pil dovrebbe registrare +6,5% nel 2016 e +6,2% nel 2017.

loading...