Tanto bravo è stato nello stangarci durante l’anno e mezzo in cui è rimasto a Palazzo Chigi, che l’Europa ha pensato bene di affidare a lui, Mario Monti, il compito di lavorare alla predisposizione di di un bilancio europeo dotato di risorse proprie.

L’ex bocconiano e la sua squadra ci stanno lavorando da due anni e, secondo alcune indiscrezioni che compaiono sul quotidiano La Repubblica, sarebbero ora al punto di rendere note alcune delle loro conclusioni.

loading...

Riferisce il quotidiano diretto da Mario calabresi che, stando a indiscrezioni provenienti da Bruxelles, Monti proporrà di aumentare la quota di IVA girata dai singoli Paesi a Bruxelles dall’attuale 1% all’1,25-1,50%.

Ora, considerato che in Italia il gettito totale dell’imposta è di circa 100 miliardi di euro l’anno, la proposta Monti, se implementata sul valore più alto, significherebbe un trasferimento a Bruxelles di circa 500 milioni di euro in più oltre al miliardi di nostra Iva che già finisce nelle casse europee.

Fonte: Qui

loading...