Nel mirino delle nuove sanzioni europee contro la Russia ci sono banche, major petrolifere e industrie della difesa russe. In base al comunicato diffuso da Bruxelles, da domani la vita finanziaria sara’ ancora piu’ complicata per le principali cinque banche statali russe, per tre compagnie petrolifere e per una lista di nove societa’ miste della difesa. A questo si aggiunge l’allungarsi della lista nera di cittadini non graditi in Ue: 24 persone verranno inserite nell’elenco dei soggetti al divieto di viaggio e al congelamento degli asset. Si arriva cosi’ a 119 individui. Il comunicato dell’UE non enumera banche e aziende. In merito alle banche, il loro elenco era gia’ noto nel giro precedente di sanzioni: Sberbank, VTB, VEB, Gazprombank e Rosselkhozbank. Le societa’ energetiche sono invece evidentemente Rosneft, Gazprom Neft e Transneft, come gia’ anticipato nei giorni passati, quando le sanzioni sembravano essere rimandate. Ma dopo la richiesta esplicita della cancelliera tedesca Angela Merkel, le misure entrano in vigore domani, dopo la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea. (segue) Cgi

loading...

Questa è una notizia dell’agenzia Asca.

loading...