Lugansk potrebbe affrontare una catastrofe umanitaria, dal momento che i bombardamenti hanno danneggiato il sistema di approvvigionamento idrico della città.

loading...

E’ la conclusione fatta da lla missione speciale di osservazione dell’OSCE.
Gli osservatori hanno visitato Lugansk e si sono convinti che la città è rimasta senza acqua ed elettricità, con un solo ospedale aperto. Sono emerse inoltre l’interruzione della raccolta dei rifiuti, la sospensione delle forniture di cloro per disinfettare l’acqua, la carenza di farmaci, mentre i prezzi dei prodotti alimentari sono aumentati.
In queste circostanze gli abitanti in maniera massiccia lasciano la città: negli ultimi 2 giorni attraverso il corridoio umanitario hanno lasciato Lugansk più di 1.700 persone.

loading...