Martin Armstrong mette in guardia: “La Spagna si sta muovendo verso la guerra civile”
Il governo spagnolo si sta militarizzando in vista delle violente proteste contro l’UE che prevede si verificheranno quest’autunno. La Spagna sta equipaggiando la polizia con milioni di euro di nuovo materiale da guerra, avverte Martin Armstrong dal suo blog.

Violente proteste in Spagna dall’inizio della crisi sono quasi all’ordine del giorno. Movimenti come il 25 de Mayo o gli Indignados spagnoli esortano tutti gli strati della popolazione a scendere per le strade e protestare contro il governo. La polizia risponderà sempre con violenza. Questo conferma la perdita di libertà e di qualsiasi processo democratico in Europa. Gli scandali della polizia hanno solo appesantito il clima tra la popolazione e Armstrong non esclude che questo risentimento possa sfociare in una guerra civile.

Il dipinto di Goya del brutale trattamento dei cittadini durante il 3 maggio 1808 è un esempio di ciò a cui potremmo assistere a seguito della militarizzazione della Spagna contro i propri cittadini.

loading...

Le proteste sono dirette principalmente contro le nuove misure di austerità, l’aumento delle tasse, il tasso di disoccupazione estremamente elevato tra i giovani e anche contro una politica restrittiva, come il recente disegno di legge per vietare gli aborti. Poi c’è il movimento che chiede un referendum per l’abolizione della monarchia. E il movimento separatista, come in Scozia, dove i catalani si stanno muovendo per la loro indipendenza. Ci sono state proteste contro la recente visita del cancelliere tedesco Angela Merkel che sono state disperse violentemente dal governo.

La Spagna si sta muovendo verso la guerra civile.

Anche l’organizzazione per i diritti umani Amnesty International ha espresso preoccupazione per l’armamento della polizia. La polizia è lì per proteggere il governo, non la gente. Questa è una posizione pericolosa che pone le basi per una guerra civile.

antidiplomatico

 

loading...