La crescita del rating di popolarità del Presidente russo Vladimir Putin fino a raggiungere il record è stato reso possibile dalla formazione di una nuova società nella maggioranza filo-governativa. Questa conclusione è contenuta nel rapporto del Centro di Analisi Politiche (TSPA). Secondo i sondaggi, il livello di sostegno al Presidente tra i russi è di circa l’80%.

Nel frattempo, gli esperti non hanno alcuna fretta di definire un trend forte e non escludono che i piani economici del governo e il movimento di opposizione possano correggere l’umore della gente.

Per diversi mesi, la maggioranza dei russi, l’80%, ritiene che le attività di Vladimir Putin come Presidente del Paese sono un successo e soddisfano pienamente i loro interessi. Secondo l’indagine demoscopica commissionata alla TSPA, negli ultimi due anni, per un quinto della popolazione è migliorata l’attitudine verso Putin, mentre è diminuita solo per il 4%. Allo stesso tempo viene confutata la previsione circa l’invecchiamento del gruppo di sostegno al Presidente. Il numero di studenti sostenitori della politica di Putin è pari al numero di pensionati che rappresenta un terzo del numero totale dei gruppi target di russi. Questi risultati suggeriscono un crescente ottimismo tra i russi, dice il capo della TSPA Pavel Danilin:

Il positivo svolgimento delle Olimpiadi di Sochi in Russia e gli eventi in Crimea sono stati l’impulso per unire una porzione significativa dell’elettorato di Putin rispetto a coloro che si sono allontanati dal sostegno durante la presidenza di Dmitry Medvedev. Inoltre, dopo gli eventi che hanno dimostrato il successo e il potenziale della Russia, sono arrivati a sostenere il Capo dello Stato anche coloro che non l’hanno mai sostenuto. Questo spiega la crescente popolarità di Putin all’80%.

loading...

Tuttavia, senza gli eventi in corso nel Paese solo le Olimpiadi o l’adesione della Crimea difficilmente sarebbero state motivo sufficiente per rafforzare la tendenza a lungo termine di popolarità. Tornando al Cremlino, per il terzo mandato presidenziale, Putin ha cominciato a risolvere le questioni socio-economiche più urgenti per la società, ha detto il presidente dell’Istituto per la Strategia Nazionale Mikhail Remizov:

Putin si è messo a risolvere le aspettative in sospeso della maggioranza che già esistevano nei primi anni 2000. Ha riguardato il settore pubblico nella società e i militari. Il livello delle retribuzioni è diventato accettabile. Stiamo parlando di un’economia de-offshorizzata e questa politica soddisfa le aspettative della società.

L’approvazione delle attività del Presidente di una parte significativa della società ha portato ad una marcata riduzione del campo d’opposizione in Russia. D’altra parte, l’economia e la sfera sociale rappresentano posizioni precarie che possono minare la crescita del rating di Putin. Il governo prevede di aumentare le imposte sulle vendite, un blocco temporaneo dell’indicizzazione delle pensioni che possono avere un impatto negativo sul sostegno al Presidente, avverte l’analista politico Mikhail Remizov:

Nella società russa, ci sono un paio di aspettative cui viene data solo una risposta parziale. Una riguarda una maggiore giustizia sociale ed economica. In secondo luogo il complesso dei problemi nazionali ed etnici associati alla migrazione di massa e alla criminalità etnica. Questo argomento è costantemente tra le top list delle preoccupazioni del cittadino medio e qui lo Stato agisce in modo inefficiente.

Nonostante questo, resta un dato di fatto che la società è impostata per non dividersi, ma per andare avanti in un movimento creativo. Infine su come Vladimir Putin soddisfi le esigenze della società dipende anche dalla forza delle posizioni politiche del Paese.

La Voce della Russia

loading...