C’era anche una delegazione di soccorritori impegnati sui luoghi del sisma a Maranello, dove era in programma oggi un incontro bilaterale tra il presidente del Consiglio Matteo Renzi e la Cancelliera tedesca Angela Merkel.

Una rappresentanza delle forze messe in campo per rispondere all’emergenza, ma anche Leo, il cane eroe che ha salvato la piccola Giorgia dalle macerie dopo giorni, a cui i due leader politici hanno “stretto la mano”.

Un incontro, quello di Maranello, durante il quale si è parlato di tematiche che interessano a entrambi i Paesi, in primis di immigrazione. Renzi ha chiesto che si lavori insieme a livello europeo, pensando a un sistema di rimpatri che possa agire laddove non è possibile accogliere tutti.

Dal canto suo, la Merkel ha lodato il lavoro che il governo italiano sta portando avanti, dichiarando che le riforme fanno “bene all’Italia e all’Europa” e che la “stabilità” portata ha contribuito ai rapporti tra Roma e Berlino.

Dedicando una parentesi al terremoto, per una domanda giunta dalla stampa, il premier ha poi confermato che la ricostruzione che verrà dopo il sisma “è giù fuori dai vincoli, secondo le regole europee”. Che dunque non ci sono problemi legati al patto di stabilità.

Fonte: Qui

loading...