La manovra-bis chiesta dalla commissione Ue all’Italia è necessaria, perché la crescita economica nel medio termine non va sostenuta con il debito pubblico. Lo ha affermato il direttore generale della Banca d’Italia, Salvatore Rossi, secondo cui “lo sviluppo economico nel medio-lungo termine non si fa con il debito pubblico: non c’è niente da fare, la Storia ce lo insegna in modo conclamato. Quindi il rigore fiscale, quando non uccide il paziente, è necessario“.

loading...

“Penso che valga la pena” fare la manovra per rispettare le indicazioni europee, ha sottolineato Rossi durante la registrazione del programma “diMartedì” su La7. “È vero – ha aggiunto il dg di Bankitalia – che dopo anni di recessione c’è un crollo della fiducia, dei consumatori e degli investitori. Tutti i manuali di economia insegnano che in questi casi è il settore pubblico che deve compensare. E questo giustificava le richieste di flessibilità all’Europa”. Ma lo sviluppo economico nel medio-lungo periodo “non si fa con il debito pubblico”. (askanews)

loading...