Quasi 53 miliardi di euro di tasse in più nei prossimi tre anni. E’ questo l’impatto finale delle misure contenute nel disegno di legge di bilancio approvato dal consiglio dei ministri e ora all’esame della Camera dei deputati, secondo una prima analisi realizzata dal Centro studi di Unimpresa.

L’impatto genererà aumenti delle entrate tributarie più alti di quelli che si realizzerebbero senza toccare il quadro normativo che, invece, porta a gettito aggiuntivo per 50 miliardi.

Secondo l’analisi preliminare di Unimpresa sulla base degli atti parlamentari e dei documenti ufficiali del governo, il governo prevede che quest’anno il totale delle entrate tributarie si attesi a 565,9 miliardi di euro per poi salire sistematicamente nel triennio successivo: nel 2017 famiglie e imprese verseranno nelle casse dello Stato 567,9 miliardi, nel 2018 586,01 miliardi, nel 2019 596,8 miliardi.

Ogni anno, dunque, si assisterà, rispetto al 2016 a un sistematico incremento del gettito erariale rispetto al 2016 pari a 2,02 miliardi (+0,36%), 20,04 miliardi (+3,53%), 30,8 miliardi (+5,27%). In totale l’aumento è di 52,9 miliardi pari a un incremento percentuale del 9,35%.

Fonte: Qui

loading...