”Io mi ‘lepenizzo’ orgogliosamente, e mi piacerebbe lo facesse anche Alfano. Chi e’ fuori dal tempo e dal cuore degli elettori e’ Alfano, non mi sembra la Lega ne’ tanto meno la Le Pen”. Cosi’ il segretario del Carroccio, Matteo Salvini, in un’intervista alla Stampa.

”Se vogliamo dialogare, dialoghiamo sulle proposte. Forza Italia ha avuto l’umilta’ e la correttezza di guardare i nostri referendum, sceglierne due e firmarli. Ci sono sei proposte: Alfano le guardi e mi dica se sono tutte lepeniste”, afferma Salvini.

”Il centrodestra deve rinascere. Proporro’ una carta dei valori a chi vuole giocarsi la partita a cominciare dai temi economici, ma Alfano mi sembra gia’ organico al centrosinistra”.

Sull’alleanza con Fi, ”andiamoci piano. Sono contento che appoggino alcuni nostri referendum, ai ballottaggi andiamo insieme, ma a livello nazionale da tempo siamo su sponde diverse”, dichiara Salvini.

loading...

”Non ne voglio sapere di minestre riscaldate. Non sono interessato a un’alleanza contro Renzi: io lo combatto sui temi”. Intervistato anche da Qn, Salvini spiega: ”Farei parte di una coalizione solo se il candidato premier fosse deciso dai cittadini con le primarie”.

Per riorganizzare il centrodestra ”i tempi sono stretti, dobbiamo muoverci subito. Quando Renzi dice una cosa, poi regolarmente accade il contrario: ha detto che si votera’ nel 2018, dunque le elezioni saranno molto prima”.

L’alternativa al Pd, pero’, non si fara’ ”riproponendo vecchie sigle tipo Udc, Ncd, Pippo, Pluto e Paperino. In Europa il centrodestra vince sulla riduzione delle tasse, sulla priorita’ ai cittadini e sulla tutela dei soggetti economici piu’ piccoli. Sono questi i temi da cui ripartire”.

loading...