E’ L’UOMO DEL MOMENTO. HA INCONTRATO MARINE LE PEN A BRUXELLES E POI I BIG DI FORZA ITALIA A ROMA. ORA IL SEGRETARIO DELLA LEGA NORD MATTEO SALVINI, IN UN’INTERVISTA A TUTTO CAMPO AD AFFARITALIANI.IT, SPIEGA I SUOI PROGETTI SULL’EUROPA E SUL FUTURO DEL CENTRODESTRA IN ITALIA

E’ l’uomo del momento. Ha incontrato Marine Le Pen a Bruxelles e poi i big di Forza Italia a Roma. Ora il segretario della Lega Nord Matteo Salvini, in un’intervista a tutto campo ad Affaritaliani.it, spiega i suoi progetti sull’Europa e sul futuro del Centrodestra in Italia.

Che Europa avete in mente lei e Marine Le Pen?
“Un’Europa che premi il lavoro. Con lei e con gli altri partiti euroscettici abbiamo parlato di lavoro, di agricoltura, di pesca, di artigianato e di commercio. Un’Europa che difenda soprattutto i piccoli, perché quest’Unione aiuta solo i grandi centri commerciali e le multinazionali. Vogliamo un’Europa dei piccoli”.

Quale sarà il nome del vostro gruppo all’Europarlamento?
“Alleanza per la libertà dei popoli europei”.

Raggiungerete il numero minimo di sette paesi?
“Saremo più di sette”.

Così com’è adesso la Commissione europea ha senso?
“No, non ha alcuna legittimazione popolare e il prossimo presidente sarà figlio di un inciucio PPE-PSE. Io trasferirei i poteri della Commissione al Parlamento europeo, unico organo legittimamente eletto e trasparente. La Commissione lavora nel sottoscala”.

E la Bce?
“Se non esisterà più la moneta unica non servirà più a niente. E’ inutile. Penso a una Banca d’Italia pubblica che stampi una moneta nazionale giusta.  Siamo contro il pensiero unico. La moneta unica non ha più senso, non ha retto e ha fallito creando solo disoccupazione. Quindi una banca centrale non serve”.

Passiamo alla politica italiana. Nuovo accordo con Forza Italia?
“Lavoriamo sui progetti, non voglio la riedizione di alleanze passate. No a ministre riscaldate. Forza Italia sostiene alcuni dei nostri referendum e ne sono felice. Ma non è affatto un’alleanza politica tra noi e loro. Forza Italia negli ultimi tre anni ha sostenuto governi che noi abbiamo combattutto e ha fatto scelte diverse dalle nostre”.

Salvini può essere il candidato premier del Centrodestra?
“Prima che sui nomi lavoriamo sui progetti. Il presunto centrodestra di Alfano è quello che fa uscire 10mila spacciatori dalla galera. Di che cosa stiamo parlando? Devono chiarirsi le idee prima”.

E con Fratelli d’Italia?
“Faremo battaglie comuni con loro: uscita dall’euro, lotta all’immigrazione clandestina, tutela del ‘made in’. Conto di avere un confronte utile”.

Ma una federazione con loro?
“Calma. Prima penso a riorganizzare la mia Lega”.

Fonte: affaritaliani.it

loading...