Un proposta di progetto politico, in cui siano indicati i valori di riferimento dello schieramento, sui quali ricostruire la coalizione di centro destra. La Lega guarda ai contenuti per immaginare un nuovo percorso di avvicinamento agli ex alleati, Forza Italia in primis, in modo da presentare uno schieramento compatto tanto alle politiche che vedranno la sfida a Matteo Renzi, quanto alle Amministrative, Milano in testa. Il segretario del Carroccio, Matteo Salvini, ha indicato nella convergenza sui temi la strada da percorrere, prendendo spunto dal sostegno incassato da Forza Italia ai Referendum, annunciando che il consiglio federale di lunedi’ scendera’ nei dettagli della proposta.

“Lunedi’ – ha detto Salvini – abbiamo un consiglio federale in cui la Lega proporra’ la sua visione di un centro destra moderno, europeo, vincente e alternativo alla sinistra delle promesse di Renzi e vediamo chi ci sta. Se il centro destra vuole tornare a vincere – ha proseguito – deve essere alternativo a Renzi e alla sinistra e quindi deve mollare un governo di chiacchieroni che fa promesse a tutti e ne mantiene ben poche, questo – ha chiarito riferendosi all’appoggio a due dei cinque referedum – e’ un punto di partenza”.

Salvini chiama, dunque, gli altri partiti dello schieramento ad un incontro sui valori di centro destra, individuati nella difesa del lavoro, dei confini e della famiglia, rifiutando un mero agglomerato di sigle: “escludo – ha detto – una riedizione di Lega, Fi, Ncd, Udc. O c’e’ un progetto comune oppure noi abbiamo forza per andare da soli.

Nota.

Avanti così, Matteo. La Lega leader della destra, tu il candidato per sconfiggere il Pd servo della Troika. Oadesso, o mai più.

max parisi – www.ilnord.it

loading...