di Stefano Davidson
Sempre più forti i rumours di un Piano B del ducetto in caso di sconfitta al referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre.
In caso di tsunami del fronte del “No”, infatti il dernier del consiglio abusivo sarebbe pronto (dopo aver distrutto la sinistra e il PD in soli due anni, sta lanciando di fatto una vera e propria “OPA”) a “svuotare” il partito di cui è segretario.
La nuova formazione avrebbe come nome “Adesso Italia”, dove confluirebbero solo renziani doc. Fuori quindi i bersaniani e i dalemiani cui resterebbe in mano l’involucro del Partito Democratico.
“Adesso Italia” sarebbe solo il primo step di un nuovo progetto liberal democratico, aperto all’area centrista-moderata, perché in una fase successiva nascerebbero liste locali per le amministrative (per esempio Adesso Milano, Adesso Roma, Adesso Roma, ecc.).
Per il momento direi:
“Adesso vaffanculo”
Stefano Davidson
loading...