Santa Lucia Piave, Sindaco leghista vieta festa della Repubblica “”Non c’è niente da festeggiare” visto che “siamo sotto dittatura burocratica romana”.

E’ polemica nel piccolo centro trevigiano per la decisione del sindaco, il leghista Riccardo Szumski, di negare la piazza principale del paese per festeggiare il 2 giugno. E a nulla è valsa la prima motivazione ufficiale, quella secondo la quale la cerimonia sarebbe stata accorpata a quella di Treviso.

In tutta risposta i cittadini “non leghisti” di Santa Lucia di Piave hanno indossato la fascia tricolore e sono scesi in piazza. Con loro il consigliere comunale Luigi Bariviera che ha declamato in piazza alcuni articoli della Costituzione.

Polemica la contro-risposta del sindaco che ha issato davanti al comune la bandiera della Lega Nord: “Non c’è niente da festeggiare” visto che “siamo sotto dittatura burocratica romana”. E così domani la bandiera italiana che sventolerà dal comune sarà listata a lutto.

www.today.it

loading...